Raccomandato, 2019

Scelta Del Redattore

Definizione preclusione

Cos'è la preclusione:

La preclusione consiste nella perdita del diritto di manifestarsi in un processo, principalmente a causa del fatto che non ha esercitato la sua manifestazione al momento giusto e secondo le modalità prescritte.

L'estoppel può ancora essere configurato in diversi casi, in base a ciascuna situazione, come verrà spiegato di seguito.

Il nuovo codice di procedura civile (CPC), definito dalla legge 13.105 del 16 marzo 2015, prevede le condizioni che determinano il fenomeno di estoppel.

Tipi di estoppel

Esistono diversi tipi di estoppel, tuttavia, tre scenari principali che possono configurare questo fenomeno sono evidenziati, secondo la Legge procedurale:

Preclusione di consumo

La preclusione del compimento si verifica quando un atto specifico è stato precedentemente esercitato, in un modo diverso, entro ciò che è permesso dalla legge. Pertanto, non è consentito eseguire nuovamente.

In breve, rappresenta l'idea che il potere procedurale che è stato precedentemente utilizzato, non può essere esercitato nuovamente nello stesso processo.

Ad esempio: se una delle parti presenta due controversie o due appelli uguali contro lo stesso atto. In questo caso, il secondo non è valido.

Preclusione temporale

La preclusione temporale si verifica quando il termine legale per un determinato atto processuale non viene rispettato, quando l' atto processuale non è praticato entro il periodo stabilito in precedenza.

Una sfida, per esempio, sarà sotto pena di estoppel se viene effettuata dopo il periodo stabilito dalla legge.

L'articolo 223 del CPC recita:

Articolo 223. Dopo la scadenza del termine, il diritto di esercitare l'atto o di modificare l'atto processuale, indipendentemente dalla dichiarazione giudiziaria, si estingue, ma è assicurato alla parte di dimostrare che non l'ha fatto per giusta causa.

Preclusione logica

La preclusione logica si verifica quando una procedura è incompatibile con un'altra già esercitata, cioè è la perdita del diritto di compiere un atto a causa della sua incompatibilità con l'altro atto già eseguito. Questa misura evita il rischio che alcuni atti vadano contro la loro stessa azione.

Esempio: quando la parte effettua il pagamento di un valore determinato nella frase, perde il diritto di appellare questa decisione.

Preclusione e prescrizione

Preclusione e prescrizione non possono essere confusi. La preclusione consiste nella perdita del diritto di esercitare un particolare atto procedurale o di manifestarsi in un procedimento, ma non significa la perdita del diritto.

La prescrizione è la perdita del diritto di presentare una causa. Nella prescrizione il passare del tempo fa sì che si perda il diritto di proporre l'azione.

Ulteriori informazioni su Prescription.

Preclusione nella procedura penale

La preclusione esiste anche nella procedura penale. Oltre ai casi di estoppel previsti dal Codice di procedura civile, che possono essere applicati anche alla Procedura Penale, esiste un pro giudicato prescrittivo .

La prescrizione pro giudicato stabilisce che il giudice non può, di norma, prendere nuove decisioni su questioni che sono già state decise durante il procedimento.

Preclusione nel processo del lavoro

Nel processo del lavoro l'estoppel avviene in relazione al diritto di manifestazione della parte. Secondo il Consolidation of Labor Laws (CLT), la parte deve apparire nel processo alla prima occasione in cui può farlo.

Se non si manifesta, questo diritto preclude e il partito perde il diritto di esprimere la sua opinione sull'atto.

Categorie Popolari

Top