Raccomandato, 2019

Scelta Del Redattore

Definizione boxe

Cos'è il pugilato:

La boxe o il pugilato è uno sport di combattimento in cui i combattenti indossano guanti imbottiti e usano le mani per attaccare e difendere.

L'obiettivo nel pugilato è infliggere pugni per segnare o mettere fuori combattimento l'avversario seguendo una serie di regole predeterminate. I combattimenti si svolgono in un ring di pugilato, una piattaforma imbottita circondata da corde che delimitano l'area di combattimento.

L'incontro di boxe termina quando il tempo totale si esaurisce o quando uno dei combattenti non è in grado di continuare il combattimento.

Storia del pugilato

La boxe era già uno sport popolare e ben sviluppato nell'antica Grecia e fu introdotta alle Olimpiadi nell'anno 688 aC. I combattenti indossavano cinturini di pelle sulle loro mani e le lotte terminavano solo quando uno dei combattenti ammetteva la sconfitta o non poteva ottenere il combattimento.

Nell'Antica Roma, i combattimenti di pugilato si svolgevano negli anfiteatri e di solito si concludevano solo con la morte di uno dei combattenti. Era comune usare pezzi di metallo legati nelle mani per causare più impatto.

Le lotte passarono in un cerchio disegnato a terra, che in seguito diede origine all'idea di anello che prevale fino ad oggi.

Dopo la caduta dell'Impero Romano, la boxe riemerse solo nel diciottesimo secolo in Inghilterra. A quel tempo, i combattimenti venivano eseguiti con le mani libere. Quando i combattimenti sono diventati troppo violenti, sono state stabilite le regole per l'uso dei guanti e infine la divisione del combattimento in turni.

Regole di inscatolamento

Un incontro di pugilato consiste in un numero variabile di round (di solito da nove a dodici), ciascuno con tre minuti, separati da intervalli di un minuto.

La lotta è supervisionata da un arbitro all'interno dell'anello che controlla la condotta dei combattenti e adora le loro guardie. L'arbitro è responsabile della separazione dei combattenti, il conto alla rovescia quando uno di loro viene rovesciato, interferendo con i casi di fallo, ecc.

Ad ogni intervallo i combattenti si spostano in un angolo del ring e possono riposare e ricevere istruzioni dalla loro squadra.

Se uno dei combattenti viene rovesciato, l'altro deve andare in un angolo neutro dell'anello ( angolo in cui la sua squadra o la sua squadra non lo è.) Se alla fine del conto alla rovescia il combattente ad eliminazione diretta non si alza, l'arbitro deve dichiarare un knockout, e la lotta finisce immediatamente.

Durante la lotta, tre giudici fuori dal ring decidono di segnare i round combinando quattro criteri:

Aggressione efficace : i combattenti devono essere aggressivi in ​​modo efficace. Il vincitore del round sarà il combattente che in effetti colpirà più pugni (non solo il tiro) ed eviterà di pugni l'avversario.

Dominanza sul ring : il vincitore del round sarà il combattente che controlla l'azione e impone la sua volontà e il suo stile.

Difesa : i giudici prendono in considerazione e l'efficacia con cui i combattenti schivano, tagliano e difendono i colpi.

Tratti forti e puliti : tratti forti e tratti puliti valgono più di tratti deboli o parzialmente collegati. Questo criterio dovrebbe essere analizzato insieme al numero di colpi corretti.

Sistema di punteggiatura nel pugilato

Sulla base dei criteri di cui sopra, i giudici assegnano punti ai combattenti alla fine di ogni turno. Il sistema di punteggio funziona come segue:

I giudici ottengono un punteggio massimo di 10 punti. Il vincitore del round riceve 10 punti e il perdente riceve 9 punti.

Un combattente perde 1 punto ogni volta che subisce un atterramento . Se nello stesso round i due combattenti vengono rovesciati, i knockdown si annullano.

Anche se è inusuale, a volte anche senza atterramenti, uno dei combattenti si distingue molto di più a tutto tondo. In questi casi, il vincitore riceve 10 punti e il perdente riceve 8 punti.

Se i giudici decidono che il round è stato pareggiato, entrambi i combattenti ricevono 10 punti.

L'arbitro può detrarre 1 o 2 punti in caso di fallo. Questo di solito si verifica dopo almeno un avvertimento, ma a seconda della gravità dell'errore, può essere applicato immediatamente.

Decisione dei punti : quando tutti i round finiscono senza un knockout, i punteggi dei tre giudici vengono sommati per determinare il vincitore. In questi casi, ci sono quattro possibili risultati:

Decisione unanime : tutti i giudici dicono che lo stesso combattente ha segnato più punti. Non è necessario che i giudici assegnino il punteggio in modo identico, è sufficiente che tutti concordino su quale combattente è stato il vincitore.

Decisione spaccata : due giudici definiscono lo stesso vincitore mentre il terzo lo definisce un perdente. In questi casi, i giudici dei due giudici sono d'accordo.

Decisione di maggioranza : simile alla decisione divisa, ma si verifica quando il terzo giudice definisce il combattimento come un pareggio. Allo stesso modo prevale il giudizio di maggioranza.

Draw : Draw si verifica quando:

  • Tutti i giudici segnano il combattimento come un pareggio
  • Due giudici segnano il combattimento come pareggio (pareggio della maggioranza)
  • Uno dei giudici dà la vittoria a uno dei combattenti, un altro giudice dà la vittoria all'altro combattente e il terzo giudice considera il pareggio.

Elenco dei falli nella boxe

Ci sono diversi atteggiamenti che non sono validi in una partita di boxe:

  • Scaricare eventuali colpi diversi da quelli con le mani
  • Colpendo con la mano aperta, con il polso, con la riva o il lato della mano
  • Allunga la schiena, il collo, il collo, i reni o qualsiasi regione sotto il punto vita
  • Martellante che prende le corde delle corde
  • Tieni l'avversario e il pugno allo stesso tempo
  • Accucciati in modo che la testa sia al di sotto della linea di vita dell'avversario
  • Prendi il protettore buccale apposta per riposare
  • Colpire un avversario caduto
  • Calcia un avversario prima che l'arbitro riprenda il combattimento dopo aver separato i combattenti

Colpi nella boxe

Mentre la boxe usa solo le mani, ci sono solo cinque possibili colpi: jab, dritto, croce, gancio e uppercut.

colpo

Il jab viene consegnato con la mano della parte anteriore della guardia e quindi è sempre più veloce ma più debole. È il colpo più usato perché usa meno energia, controlla il ritmo e la distanza del combattimento e serve a segnare in modo sicuro.

Il jab viene eseguito con una piccola rotazione del busto per aumentare l'impatto del colpo. Successivamente, la mano dovrebbe tornare il più velocemente possibile alla guardia.

dritto

Il diretto è dato con la mano dietro la guardia e quindi è più lento e, per ottenere più slancio, molto più forte. Quello diretto richiede una maggiore rotazione del busto e un piccolo impulso con la gamba per guadagnare più energia.

attraversato

Simile al diretto, ma disegnato con un'angolazione leggermente diversa per raggiungere il lato della testa o del busto dell'avversario.

gancio

Il gancio viene consegnato con un breve movimento semicircolare che mira a raggiungere il lato della testa o il busto dell'avversario. La sua principale differenza per un crociato è l'angolo di attacco molto più aperto.

montante

L'uppercut è un colpo dal basso verso l'alto per raggiungere il mento dell'avversario. Di solito viene consegnato con la mano dietro la protezione, tenendo presente che si tratta di un colpo lento mirato a provocare un impatto maggiore.

Categorie di peso nella boxe

Le categorie nel pugilato sono le suddivisioni del peso in cui i combattenti sono classificati, con lo scopo di bilanciare i combattimenti. Pertanto, i combattimenti si verificano sempre con combattenti della stessa fascia di peso.

Le pesate ufficiali di solito avvengono un giorno prima dei combattimenti, e se i combattenti sono in sovrappeso, saranno penalizzati o addirittura impossibilitati a combattere.

Le categorie di peso ufficiale nella boxe professionale sono:

  • Pesante: nessun limite di peso.
  • Incrociatore: fino a 92, 72 kg.
  • Medio-pesante: fino a 79, 38 kg.
  • Super medio: fino a 76, 2 kg.
  • Medio: fino a 73.03 kg.
  • Super medio: fino a 69, 85 kg.
  • Centrocampista: fino a 66, 68 kg.
  • Super leggero: fino a 63, 5 kg.
  • Leggero: fino a 61, 23 kg.
  • Penalità super: fino a 58.97 kg.
  • Penalità: fino a 57.15 kg.
  • Super Gallo: fino a 55, 34 kg.
  • Gallo: fino a 53, 52 kg.
  • Super Fly: fino a 51, 71 kg.
  • Vola: fino a 50, 35 kg.
  • Light Fly: fino a 48, 99 kg.
  • Cannuccia / Mini-Fly: fino a 47, 63 kg.
  • Paglia leggera / Atomo: fino a 46.27 kg.

Tipi di boxe

Il pugilato ha alcune varianti che, attraverso la combinazione di diverse tecniche, creano nuove modalità di questo sport. Tra i più comuni ci sono il pugilato francese (savate), il pugilato cinese (sanshou) e il pugilato thailandese (muaythai).

Boxe francese o Savate

Il pugilato francese (o savate) combina le tecniche di pugilato con i calci. A differenza di altre arti marziali, i risparmiatori non sono autorizzati a calciare con cannella o qualsiasi area delle gambe diversa dai loro piedi.

Boxe cinese o Sanshou

Il pugilato cinese (o sanshou) è, infatti, originario del kung fu. Questa modalità combina le caratteristiche del pugilato con le tecniche di caduta, lancio e, in alcune competizioni, gomiti e ginocchia.

Boxe Thai o Muay Thai

La thai boxe è la ben nota muay thai. Questa arte marziale è una delle più violente che esiste perché combina le tecniche di pugilato con molti altri come gomiti, ginocchia, calci con tutte le aree della gamba, le ginocchia, ecc.

Categorie Popolari

Top