Raccomandato, 2019

Scelta Del Redattore

Definizione ossigeno

Cos'è l'ossigeno:

È un elemento gassoso incolore, insapore e inodore che si trova nell'atmosfera, nell'acqua, nella maggior parte delle rocce e dei minerali e in numerosi composti organici. È primordiale per la vita, poiché tra gli organismi viventi solo alcune forme di vita vegetale possono esistere senza di essa.

Nel processo di respirazione, l'aria viene trasportata ai polmoni, dove una grande quantità di ossigeno viene assorbita dal sangue . Viene quindi trasportato a tutte le parti del corpo, ossidando i tessuti usurati e trasformandoli in sostanze che possono essere facilmente eliminate.

L'ossigeno rappresenta anche circa il 21% dell'atmosfera terrestre ed è in grado di combinarsi con tutti gli elementi della tavola periodica ad eccezione dei gas inerti. Il suo numero atomico è 8 e il suo simbolo è 0 .

Si trova anche in grandi quantità nella crosta terrestre nella sua forma solida, come vari ossidi. Inoltre, gli oceani contengono un'abbondanza di ossigeno nel loro formato H2O, noto anche come monossido di idrogeno o acqua.

Il gas fu scoperto dal chimico svedese Carl Wilhelm nel 1772, dopo un esperimento in cui riscaldò diversi composti contenenti ossigeno. Dopo questi esperimenti, il chimico ha definito il gas "fire air".

Molecola di ossigeno

Ossigeno sulla tavola periodica

L'elemento di ossigeno si trova nella sezione "non metalli", che può essere trovata nei gruppi 14, 15 e 16 della tavola periodica .

Gli elementi non metallici si trovano a temperatura ambiente in due dei tre stati della materia: gas (ossigeno, idrogeno e azoto) e solidi (carbonio, fosforo, zolfo e selenio).

L'ossigeno è il più abbondante di tutti gli elementi e si trova sia nel suo stato libero (O) che combinato (esempio: H2O).

Nel suo stato libero che si verifica nell'atmosfera, ogni 100 volumi di aria secca sono circa 21 volumi di ossigeno. Già nel suo stato combinato, forma addirittura otto nodi d'acqua e quasi la metà delle rocce che formano la crosta terrestre.

È anche un costituente importante dei composti che formano i tessuti vegetali e animali. Circa il 66% in peso del corpo umano è ossigeno, e comprende anche circa l'88% in peso degli oceani come H 2 O (acqua).

Indicazione di ossigeno nella tavola periodica.

I diversi usi dell'ossigeno

L'uso principale dell'ossigeno è nel processo di respirazione umana, animale e vegetale. Poiché è un gas vitale, è anche ampiamente usato in medicina per curare persone con problemi respiratori, oltre ad essere usato nei carri armati come supporto per astronauti e subacquei in azione.

Nel settore, l'ossigeno è pesantemente utilizzato nella produzione di acciaio, oltre alla produzione di nuovi composti come la plastica e la creazione di brillamenti molto caldi per la saldatura.

Un altro importante uso dell'ossigeno è il carburante per i razzi, quando combinato con l'idrogeno allo stato liquido.

Ossigenoterapia: cos'è e perché?

Alcune persone con disturbi respiratori non possono assorbire abbastanza ossigeno dal corpo in modo naturale, quindi hanno bisogno del trattamento di ossigenoterapia prescritto per pazienti come disturbi respiratori come:

  • Malattia polmonare ostruttiva cronica;
  • la polmonite;
  • asma;
  • Displasia broncopolmonare;
  • Polmoni sottosviluppati nei neonati;
  • Insufficienza cardiaca;
  • Fibrosi cistica;
  • Apnea notturna;
  • Trauma della malattia polmonare all'apparato respiratorio.

Per determinare se una persona beneficerà dell'ossigenoterapia, i medici devono testare la quantità di ossigeno nel sangue arterioso. Un altro modo per controllare è utilizzare un ossimetro, un dispositivo che può misurare indirettamente i livelli di ossigeno senza richiedere un campione di sangue.

Il saturimetro si attacca alla parte del corpo di una persona, il dito, per esempio. Nel caso in cui il risultato riferisca bassi livelli, significa che il paziente potrebbe aver bisogno di ossigeno supplementare. I livelli normali di ossigeno nel sangue arterioso sono compresi tra 75 e 100 mmHg (millimetri di mercurio).

Un livello di ossigeno di 60 mmHg o meno indica la necessità di ossigeno supplementare (ossigenoterapia). Una grande quantità di ossigeno può anche essere pericolosa e persino causare danni alle cellule polmonari, cioè il livello di ossigeno di un paziente non deve superare 110 mmHg.

Un dispositivo ossimetro che misura il volume di ossigeno nel corpo di un paziente.

Curiosità sull'ossigeno

  • L'ossigeno si dissolve più facilmente nell'acqua fredda che nell'acqua calda;
  • L'acqua può essere convertita in idrogeno e ossigeno per elettrolisi;
  • L'ossigeno che si trova nell'aria è prodotto dalla fotosintesi. Quindi, senza piante, nell'aria ci sarebbe pochissimo ossigeno;
  • Nel sistema solare, solo la Terra ha un'alta percentuale di ossigeno;
  • Gli atomi di ossigeno costituiscono una parte essenziale delle proteine ​​e del DNA nei nostri corpi;
  • Il processo di combinare l'ossigeno con altri atomi per produrre composti è chiamato ossidazione;

Vedi anche il significato di:

  • la fotosintesi;
  • Anidride carbonica;
  • atmosfera;
  • Effetto serra.

Categorie Popolari

Top