Raccomandato, 2019

Scelta Del Redattore

Definizione Privilegi di terze parti

Cosa sono gli embarghi di terze parti:

I sequestri di terze parti sono un tipo di causa che cerca di proteggere il possesso o la proprietà di una proprietà sequestrata da una sentenza del tribunale resa in una causa in cui il proprietario o il proprietario non era una parte.

Esempio :

Durante un processo di esecuzione, Carlos fece sequestrare i suoi beni. Tuttavia, al momento dell'attaccamento, l'ufficiale giudiziario ha sequestrato un'automobile che si trovava nella residenza di Carlos, ma apparteneva a John, in tal caso, John ha il diritto di presentare domanda di risarcimento da parte di terzi per recuperare la sua proprietà.

Le norme relative agli embarghi di terzi sono contenute negli articoli da 674 a 681 del codice di procedura civile, che appartengono al titolo "Procedure speciali". Pertanto, gli embarghi di terze parti, nonostante siano stati archiviati nel corso di un procedimento, non sono nella natura di un rimedio, ma di un'azione.

Gli embarghi di terze parti, così come altre procedure speciali, hanno effetti diversi. In primo luogo, i privilegi di terzi hanno un effetto dichiarativo, in quanto cercano di dichiarare l'atto esecutivo che costituisce la proprietà illegittima. Quindi, l'azione ha un effetto costitutivo, una volta che riconosce l'esistenza di un diritto. Infine, l'azione ha anche effetti esecutivi, in quanto può determinare, in modo pratico, il rilascio di un bene.

Chi può depositare privilegi di terze parti?

L'articolo 674, ai paragrafi 1 e 2 del codice di procedura civile, mostra chi ha legittimazione attiva a depositare diritti di pegno di terzi:

  • Gli embarghi possono essere di terze parti, inclusi fiduciari o possessori.
  • Quanto segue è considerato una terza parte per il deposito di sequestri:
  • il coniuge o il partner, quando difende il possesso della propria proprietà o delle proprie azioni, salvo quanto previsto dall'art. 843;
  • l'acquirente di beni la cui costrizione nasce da una decisione che dichiara l'inefficacia della vendita effettuata in esecuzione fraudolenta;
  • chi soffre di costrizione legale della sua proprietà in virtù del disprezzo della personalità giuridica, di cui incidente non era un partito;
  • il creditore con garanzia reale per impedire l'espropriazione giudiziaria dell'oggetto del vero diritto di garanzia, se non è stato convocato, secondo i termini legali dei rispettivi atti espropriativi.

Quali sono i requisiti per la presentazione di privilegi di terze parti?

Il deposito di privilegi di terzi dipende da due requisiti. Il primo è l'esistenza di una misura esecutiva in un procedimento in cui il proprietario o il proprietario della proprietà non è una parte. Il secondo è l'incompatibilità del bene con l'esecuzione.

Spetta al firmatario dimostrare queste ipotesi di adeguatezza per il deposito della causa.

Qual è la procedura per i privilegi di terzi?

Secondo l'articolo 677 del codice di procedura civile, la petizione iniziale degli embarghi deve contenere la prova delle condizioni del terzo dell'autore della violazione, nonché la prova del possesso o del dominio della proprietà.

Il valore della causa nei privilegi di terze parti dovrebbe essere il valore della proprietà ristretta.

La citazione della persona accusata deve essere personale se non vi è alcun procuratore istituito nel fascicolo del procedimento principale (in cui è stata determinata la prestazione della proprietà).

Gli embarghi possono essere contestati entro 15 giorni. Dopo, l'azione seguirà dalla procedura comune.

Nel caso di provenienza, il giudice sospenderà le misure restrittive sui beni rivendicati e, se necessario e richiesto, il mantenimento o il reinserimento del possesso.

È possibile presentare un'ingiunzione di terze parti?

I privilegi di terze parti possono essere preventivi. Il capo dell'articolo 674 del codice di procedura civile è chiaro nel prevedere che:

Qualsiasi persona che, non essendo parte nel procedimento, sia soggetta a costrizione o minaccia di costrizione sui beni che lui o lei ha o ha un diritto incompatibile con l'atto di costrizione, può chiedere il suo licenziamento o la sua inibizione per mezzo di privilegi di terzi.

La Corte Superiore di Giustizia ha già delle decisioni che affermano che la registrazione (registrazione ufficiale) dell'esistenza di un'esecuzione su una determinata proprietà è già un motivo sufficiente che autorizza il deposito di privilegi di terzi in modo preventivo.

Qual è la scadenza per la presentazione di privilegi di terze parti?

Ai sensi dell'articolo 675 del codice di procedura civile, gli embarghi possono essere contrastati in qualsiasi momento nel processo di conoscenza fino a quando la sentenza non è definitiva e, all'esecuzione della sentenza o nel processo di esecuzione, entro 5 giorni dalla sentenza , iniziativa privata o l'asta, ma sempre prima della firma della rispettiva lettera.

Qual è il tribunale competente per giudicare i privilegi di terzi?

Anche se si tratta di un'azione autonoma, gli embarghi di terze parti hanno una relazione accessoria con il processo che determina la costrizione del bene. Pertanto, i privilegi della terza parte devono essere contrari allo stesso giudizio che è responsabile dell'esecuzione.

Nei casi in cui l'esecuzione è effettuata da una lettera preventiva, il tribunale competente per valutare gli embarghi deve essere quello che ha determinato, in un modo specifico, la costrizione della proprietà discussa.

Ingombri di terzi nel processo del lavoro

I privilegi di terzi sono utilizzati anche in procedimenti di lavoro attraverso l'applicazione sussidiaria delle norme di procedura civile, secondo l'articolo 769 del Consolidamento del diritto del lavoro.

Categorie Popolari

Top