Raccomandato, 2020

Scelta Del Redattore

Definizione inquisizione

Qual era l'inquisizione:

L'Inquisizione (o Holy Office) era un insieme di procedure giudiziarie che presto divennero istituzioni all'interno della Chiesa Cattolica Romana.

L'Inquisizione fu istituita dal papato durante il Medioevo (XIII secolo) per combattere l'eresia, cioè qualsiasi linea di pensiero contraria a quella della Chiesa cattolica in quel momento.

La prima apparizione dell'Inquisizione avvenne in Francia in risposta ai movimenti apostati ed eretici nella visione della Chiesa. Con l'inizio del Rinascimento e in reazione alla Riforma protestante, l'azione dell'Inquisizione medievale è stata ampliata e ha dato origine ad altri modelli in Spagna e Portogallo.

Inquisizione medievale

L'Inquisizione medievale può essere divisa in due periodi distinti: l'Inquisizione episcopale e l'Inquisizione papale.

L'Inquisizione episcopale fu la prima forma di inquisizione creata nell'ambito della Chiesa cattolica. Sorse intorno al 1184 quando Papa Lucio III designò l'indagine sulle credenze catari, un gruppo nel sud della Francia che credeva nell'esistenza di due dei.

Il termine "episcopale" è dovuto al fatto che le indagini erano gestite da vescovi che, dopo la delega del Papa, erano incaricati di sradicare l'eresia. A tal fine, la Chiesa ha dato ai responsabili la libertà di giudicare e punire gli eretici considerati.

Emblema dell'Inquisizione. Accanto alla croce cristiana sono il ramo e la spada, che simboleggia, rispettivamente, la misericordia e la giustizia.

Tribunali dell'Inquisizione

Le prove condotte dall'Inquisizione favorirono sempre l'accusa (la Chiesa). La confessione era il modo migliore per ottenere una sentenza più mite, ma le probabilità di uscire da un processo senza punizione erano quasi nulle. Inoltre, gli inquisitori potevano mantenere gli imputati in carcere per anni in attesa di processo.

Anche con le varie ingiustizie, le persone accusate dall'Inquisizione avevano alcuni diritti durante il processo. Tra i principali c'era il diritto dell'accusato di nominare individui che possedevano "odio mortale" contro di lui. Se uno degli accusatori era tra i candidati, l'imputato è stato rilasciato e l'accusatore sarebbe stato condannato all'ergastolo.

Considerando che all'epoca era una pratica legalizzata, l' uso di metodi di tortura era comune per ottenere confessioni. La Chiesa usava vari congegni fatti esclusivamente per scopi di tortura, e tra le sanzioni applicate l'uso di fuochi per bruciare gli eretici più ribelli era uno dei più frequenti.

Per quanto riguarda la tortura, per quanto l'Inquisizione sia spesso collegata a tali metodi, la pratica è stata legalizzata e utilizzata da varie autorità, compresi i civili. Durante l'Inquisizione la Chiesa stabilì varie restrizioni sui metodi di tortura. Tra questi vi sono l'imposizione di limiti di tempo, la limitazione a determinati casi, ecc.

Tortura durante l'Inquisizione. L'apparecchio raffigurato nella foto era chiamato "banco di tortura" e consisteva in una struttura di legno con un rullo a ciascuna estremità. I membri dell'imputato erano legati con corde attaccate ai rulli e quindi si stiracchiavano fino a quando le loro articolazioni si spostarono.

Uno dei casi più famosi di sentenze durante l'Inquisizione fu l'esecuzione di Giovanna d'Arco sul rogo. Il capo militare fu catturato durante la Guerra dei Cent'anni e portato in giudizio davanti alla Chiesa. Il 30 maggio 1432, Joana fu bruciata viva in una fede autodifesa nella città di Rouen, in Francia.

Inquisizione spagnola

L'Inquisizione spagnola, nota anche come tribunale del Sant'Uffizio, fu stabilita in Spagna nel 1478. Il suo obiettivo principale era la conversione di ebrei e musulmani al cattolicesimo.

L'Inquisizione spagnola operò in Spagna e in tutte le sue colonie nel Nord America, nell'America centrale e in America del Sud. Si stima che circa 150 mila persone furono processate per vari crimini durante i tre secoli dell'Inquisizione spagnola, di cui ha comportato circa 5.000 esecuzioni.

L'Inquisizione fu abolita in Spagna per la prima volta durante il regno di Napoleone Bonaparte tra il 1808 e il 1812 e definitivamente estinta nel 1834 da un regio decreto della Regina Maria Cristina delle Due Sicilie.

Inquisizione portoghese

L'Inquisizione portoghese fu istituita in Portogallo nel 1536 su richiesta del re Giovanni III con l'obiettivo principale di convertire gli aderenti del giudaismo al cattolicesimo.

L'Inquisizione portoghese fu amministrata da un Grande Inquisitore nominato dal Papa, ma scelto dal re e sempre appartenente alla famiglia reale. Il Grande Inquisitore era responsabile della nomina di altri inquisitori.

Sotto il comando del re, le attività della chiesa includevano la censura del libro e la lotta contro la stregoneria, la divinazione e la bigamia. Tuttavia, l'azione dell'Inquisizione trascese gli affari religiosi e arrivò ad esercitare influenza in quasi ogni aspetto della vita del paese.

Le sanzioni furono applicate pubblicamente in rituali chiamati autos-da-fé . Gli studi hanno dimostrato l'esistenza di almeno 760 fedi auto-dai che si verificano nel paese, causando più di 1000 esecuzioni pubbliche.

Rappresentazione visiva di una fiducia in se stessi, un evento in cui gli eretici sono stati puniti pubblicamente come un modo per scoraggiare la gente dall'impegnarsi in azioni contrarie alla Chiesa.

L'Inquisizione portoghese ha esteso le sue attività alle colonie portoghesi, tra cui Capo Verde, Goa e Brasile. L'istituzione fu ufficialmente estinta nell'anno 1821 durante una sessione del generale Cortes, un gruppo di politici che consigliò il re.

Inquisizione in Brasile

In Brasile, l'Inquisizione iniziò il periodo coloniale e consisteva in visite al paese da parte di inquisitori europei. L'intenzione era di combattere qualsiasi credenza diversa dal cattolicesimo e punire crimini come stregoneria, bigamia, adulterio, sodomia, ecc.

I sospettati di eresia furono inviati in Portogallo, dove furono processati e puniti secondo i metodi tipici dell'Inquisizione.

L'Inquisizione fu estinta in Brasile nel 1774.

Inquisizione protestante

Nel sedicesimo secolo ci fu la cosiddetta Riforma protestante, un movimento cristiano guidato da Martin Lutero il cui scopo era quello di riformare vari aspetti della dottrina cattolica.

Diversi storici sostengono che, nonostante fosse un movimento contrario al cattolicesimo, la Riforma protestante usava diversi metodi caratteristici della Chiesa per diffondere i suoi ideali, formando una vera Inquisizione protestante.

Si sostiene che in Germania Lutero avrebbe chiesto la persecuzione degli anabattisti, un gruppo cristiano che non era d'accordo con vari punti della credenza evangelica. Così, i protestanti dell'epoca avrebbero perseguitato i credenti e praticato la tortura, la prigione e le esecuzioni, così come l'Inquisizione cattolica.

Nonostante diverse indicazioni che suggeriscono l'esistenza di un'Inquisizione protestante, non c'è consenso tra gli storici sull'argomento.

Categorie Popolari

Top