Raccomandato, 2019

Scelta Del Redattore

Definizione Significato della legge della domanda e dell'offerta

Qual è la legge della domanda e dell'offerta:

La legge della domanda e dell'offerta è una delle basi del mercato e consiste nella relazione tra il prezzo dei beni e dei servizi offerti e la domanda da essi esistente.

La legge della domanda e dell'offerta è uno dei concetti più importanti di economia in quanto funziona come un modello di definizione del prezzo e determina il modo migliore per allocare le risorse. A causa di questa funzione normativa, la legge della domanda e dell'offerta è l'essenza stessa del liberalismo economico, che sostiene un mercato indipendente e autoregolato.

La domanda si riferisce a quanto un prodotto o servizio è desiderato dagli acquirenti disposti a pagare un certo prezzo. L'analisi tra il prezzo e la quantità richiesti dagli acquirenti si traduce nella cosiddetta legge sulla domanda .

L'offerta si riferisce alla quantità di un prodotto o servizio che il mercato può fornire per un determinato prezzo. La correlazione tra il prezzo e la quantità di un bene o servizio offerto dal mercato è nota come legge di approvvigionamento .

La legge della domanda e dell'offerta non è altro che la combinazione della legge della domanda e della legge di approvvigionamento. Il concetto analizza l'interazione tra le due relazioni e viene utilizzato nella definizione dei prezzi di beni e servizi. Inoltre, la legge esplora i diversi risultati nei casi di equilibrio e squilibrio delle relazioni.

Come funziona la legge della domanda?

La legge della domanda afferma che in uno scenario di concorrenza perfetta, maggiore è il prezzo di un bene o di un servizio, minore è la domanda per esso . Mentre il prezzo diminuisce, maggiore è la domanda. Lo schema seguente mostra la relazione:

Rappresentazione grafica della curva di domanda o curva di domanda.

Al prezzo "P1", la quantità richiesta è "Q1". Quando il prezzo del bene o del prodotto viene aumentato a "P2", la quantità richiesta viene ridotta a "Q2" e così via. Supponendo che tutti gli altri fattori rimangano gli stessi, la quantità richiesta varia inversamente proporzionale al prezzo.

Esempio 1 : quando si avvicina la Giornata dei bambini, i negozi tendono ad aumentare il prezzo dei giocattoli. Ciò induce molti consumatori a rinunciare all'acquisto di questo tipo di bene ea cercare altre alternative, come vestiti, elettronica, ecc.

Esempio 2 : dopo Pasqua, rimangono diversi negozi con prodotti in eccedenza come uova e scatole di cioccolata. Per vendere i prodotti più velocemente, memorizza i prezzi più bassi, con conseguente aumento della domanda da parte dei consumatori.

Come funziona la legge delle forniture?

La legge della fornitura è l'esatto opposto della legge della domanda. La legge prevede che con l'aumento dei prezzi di beni e servizi, i fornitori tendono ad offrire sempre di più, poiché vendere di più e ad un prezzo più elevato aumenta significativamente i profitti. Controlla lo schema qui sotto:

Il grafico sopra rappresenta la cosiddetta "curva di offerta".

Quando il prezzo "P1" sale a "P2", la quantità offerta nel mercato aumenta a "Q2" e così via. Pertanto, se tutti i fattori rimangono gli stessi, la quantità offerta varia in proporzione al prezzo.

Esempio : Sapendo che l'approvvigionamento di acqua convogliata è stato interrotto nella regione, i fornitori di acqua della città aumentano il prezzo del prodotto. Dato che la domanda non diminuisce (considerando l'essenzialità del prodotto), i fornitori continuano a produrre più beni e, per quanto possibile, aumentano il prezzo.

Legge della domanda e dell'offerta

Quando le relazioni tra domanda e offerta vengono analizzate insieme, i due operano in uno specchio, secondo lo schema:

Ad un determinato prezzo "P", la quantità richiesta e la quantità offerta si intersecano in un punto di equilibrio. In esso, i fornitori vendono tutti i beni e i prodotti offerti e i consumatori ricevono tutto ciò che cercano.

L'equilibrio tra rapporti di domanda e offerta è lo scenario economico ideale in cui consumatori e produttori sono soddisfatti.

Squilibrio nelle relazioni tra domanda e offerta

Ogni volta che il prezzo di un bene o di un servizio non è uguale alla quantità richiesta, ci sarà uno squilibrio nel rapporto tra domanda e offerta. In questi casi, i due possibili scenari sono:

Offerta in eccesso

Se il prezzo di un bene o di un servizio è troppo alto, il mercato subirà un eccesso di offerta, il che significa che le risorse non vengono allocate in modo efficace.

In caso di eccesso di offerta, ad un determinato prezzo "P1", la quantità di beni e servizi che i fornitori sono disposti a offrire è indicata da "Q2". Tuttavia, allo stesso prezzo, la quantità di beni e servizi che i consumatori desiderano acquistare è "Q1", cioè inferiore a "Q2".

Il risultato del diagramma sopra è che si sta producendo molto e si sta consumando poco. In questo scenario, si presenterà la necessità di abbassare i prezzi.

Domanda eccessiva

La domanda eccessiva viene creata quando il prezzo impostato è inferiore al punto di pareggio. Se il prezzo è basso, molti consumatori chiederanno il bene o il servizio, causando una carenza nel mercato.

In questa situazione, ad un prezzo "P1", la quantità di beni e servizi richiesti dai consumatori è "Q2", mentre i fornitori sono in grado di produrre, per un dato prezzo, solo "Q1". Pertanto, i beni e i servizi prodotti non sono sufficienti a soddisfare la domanda dei consumatori.

Un'eccessiva domanda spingerà i consumatori a competere per l'acquisto di beni e servizi, facendo sì che i produttori aumentino i prezzi, il che a volte ridurrà la domanda e ripristinerà l'equilibrio del mercato.

Chi ha creato la legge della domanda e dell'offerta?

La legge della domanda e dell'offerta non ha una paternità specifica. È noto che la nozione di legge era già nota nel quattordicesimo secolo da numerosi studiosi musulmani, i quali capirono che se la disponibilità di un bene diminuiva, il suo prezzo aumentava.

Nel 1961, il filosofo inglese John Locke descrisse in uno dei suoi lavori il concetto che oggi definisce la legge della domanda e dell'offerta senza, tuttavia, usare questa nomenclatura. A quel tempo, il filosofo scrisse: "Il prezzo di ogni merce aumenta e diminuisce in proporzione al numero di compratori e venditori, e questo regola il prezzo ...".

Il termine "domanda e offerta" fu usato per la prima volta dall'economista scozzese James Steuart nel 1767 e, anni dopo, da Adam Smith.

Messaggi Popolari, 2019

PVC

Categorie Popolari

Top