Raccomandato, 2019

Scelta Del Redattore

Definizione necrosi

Cos'è la necrosi:

La necrosi consiste nella morte di un tessuto, di un organo o di un gruppo di cellule che costituiscono un organismo vivente. La necrosi si verifica quando c'è una mancanza di irrigazione del flusso sanguigno alle cellule, causandone il deterioramento.

Diverse possono essere le ragioni per la comparsa di necrosi, sia attraverso agenti fisici (lesioni, ipotermia, radiazioni, ecc); agenti chimici (esposizione a sostanze tossiche, droghe, veleni, ecc.); agenti biologici (infezioni batteriche, virali, parassitarie, ecc.); e insufficienza circolatoria (da vasocostrizioni e infarti, per esempio).

Indipendentemente dalla causa, la necrosi sorge quando le cellule che formano il tessuto del luogo subiscono una lesione irreversibile, cessando tutte le funzioni organiche e metaboliche di queste.

L'ultimo stadio di necrosi è quando si verifica la scomparsa totale del nucleo delle cellule. Tuttavia, prima di raggiungere questo stadio finale, le cellule subiscono altri gravi fenomeni microscopici, noti come picnosi (riduzione del nucleo), cariorrexis (cromatina irregolare e perdita dei limiti nucleari) e cariolisi (scomparsa del nucleo e della cromatina).

Macroscopicamente, i primi segni di necrosi sono di solito annerimento e perdita della sensibilità del tessuto. In alcuni tipi di necrosi, quando diagnosticati tempestivamente, possono essere trattati in modo che il tessuto interessato si riprenda o si ritiri da esso e venga sostituito con uno sano. Tuttavia, quando le cellule ossee necrotiche l'unica alternativa è di solito l'amputazione dell'arto necrotico.

L'origine di questa parola è nella nekrosi greca, che letteralmente significa "morte" o "mortificazione".

Tipi di necrosi

Questi sono alcuni dei principali tipi di necrosi:

  • La necrosi della coagulazione: nota anche come "necrosi ischemica", consiste nella mancanza di afflusso di sangue al tessuto organico. Si verifica a causa della perdita di sangue.
  • Necrosi di liquefazione: si verifica negli infarti cerebrali e nelle infezioni, principalmente batteriche. Si verifica in un processo infiammatorio nel tessuto interessato e, di conseguenza, nella comparsa di leucociti che cercano di attaccare i microrganismi invasori. Di solito c'è formazione di pus nell'area necrotica, a causa della fagocitosi delle cellule morte.
  • Necrosi caseosa: un tipo di necrosi comune nei casi di tubercolosi. Il tessuto è caratterizzato da un aspetto biancastro e giallastro, simile a un formaggio cremoso.
  • Necrosi fibrinoide: comune nelle malattie autoimmuni, come il lupus, l'artrite reumatoide e la febbre reumatica, ad esempio.
  • Necrosi gangrenosa: si verifica quando un membro perde l'apporto di sangue e muore. I tessuti sembrano "pelle di mummia", secchi e duri. Trasudano un odore putrido, con la formazione di bolle gassose.

Necrosi e apoptosi

Entrambi sono tipi di morte cellulare, tuttavia, a differenza della necrosi, l'apoptosi è la morte cellulare programmata . La grande differenza sta nel fatto che la necrosi si forma sempre attraverso conseguenze patologiche, mentre l'apoptosi può insorgere come conseguenza dei normali processi fisiologici dell'organismo.

Categorie Popolari

Top