Raccomandato, 2019

Scelta Del Redattore

Definizione Sviluppo del bambino

Cos'è lo sviluppo del bambino:

Lo sviluppo del bambino è un processo di apprendimento attraverso il quale i bambini si muovono per acquisire e migliorare varie abilità cognitive, motorie, emotive e sociali .

Conquistando certe abilità, il bambino inizia a presentare determinati comportamenti e azioni (come dire la prima parola, fare i primi passi, ecc.) Che sono attesi da una certa età.

Lo sviluppo del bambino si rivela essere un insieme di apprendimento che, a poco a poco, rende il bambino sempre più indipendente e autonomo.

Tipi di sviluppo del bambino

Durante il processo di sviluppo, il bambino si evolve in diversi aspetti della propria formazione.

L'evoluzione non è solo nella crescita fisica del bambino, ma anche nella parte cognitiva e sociale, tra gli altri.

Controlla sotto i diversi aspetti coinvolti nello sviluppo del bambino.

Sviluppo affettivo

Lo sviluppo affettivo è legato ai sentimenti e alle emozioni ed è percepibile da parte del bambino dalla fase del bambino.

Un bambino è in grado di comprendere la ricezione dell'amore e dell'affetto, e anche di amare e creare legami affettivi con i genitori e le altre persone a loro vicine, specialmente con coloro con cui hanno più convivialità.

L'instaurazione di queste relazioni è fondamentale in modo che il bambino sviluppi la sua intelligenza emotiva e non abbia problemi affettivi in ​​futuro.

Sviluppo cognitivo

Lo sviluppo cognitivo si riferisce alla parte più intellettuale dell'essere umano. Riguarda l'attenzione, il ragionamento, la memoria e la capacità di risolvere i problemi.

La cognizione dell'essere umano si sviluppa nel tempo. Da bambino, una persona non ha una capacità di memoria molto acuta. In generale, le persone non hanno, ad esempio, ricordi di eventi che hanno avuto luogo prima di avere due anni.

Lo sviluppo cognitivo del bambino consente al bambino di interpretare, assimilare e relazionarsi agli stimoli dell'ambiente circostante e alla sua stessa essenza.

Scopri di più su cognitivo e cognizione.

Sviluppo fisico

Lo sviluppo fisico è uno attraverso il quale i bambini sviluppano capacità motorie e abilità come sedersi, camminare, stare in piedi, saltare, correre, ecc.

Nelle attività che richiedono maggiore precisione, come la scrittura, lo sviluppo fisico dipende anche dallo sviluppo cognitivo.

Sviluppo sociale

Con lo sviluppo sociale, il bambino impara a interagire nella società.

È sulla base di questo tipo di sviluppo che il bambino stabilisce con gli altri una sorta di scambio di informazioni che consente l'acquisizione di cultura, tradizioni e norme sociali.

L' importanza del gioco nello sviluppo infantile è direttamente correlata a questo tipo di sviluppo, perché attraverso la socializzazione con altri bambini, si sviluppano determinate capacità di interazione e nozioni di limiti.

Scopri di più sulla socializzazione.

Fasi dello sviluppo del bambino

Le fasi dello sviluppo del bambino sono state il principale argomento di studio dello psicologo svizzero Jean Piaget .

Jean William Fritz Piaget (9 agosto 1896 - 16 settembre 1980)

Mentre lavorava in una scuola, Piaget era interessato a osservare il ragionamento usato dai bambini per rispondere alle domande dei loro insegnanti.

Successivamente, iniziò anche ad osservare i suoi figli e in questo modo finì per suddividere le fasi dell'infanzia.

La teoria di Piaget considera che lo sviluppo del bambino consista di quattro fasi relative alla cognizione: sensorimotoria, preoperatoria, concreta operativa e formale .

Controlla sotto le fasi dello sviluppo del bambino per età.

Sensory-motor: da 0 a 2 anni

In questa fase di sviluppo, il bambino sviluppa la capacità di concentrarsi su sensazioni e movimenti.

Il bambino inizia a prendere coscienza dei movimenti che in precedenza erano involontari. Si rende conto, ad esempio, che allungando le braccia può raggiungere certi oggetti.

Durante questo periodo, si verifica lo sviluppo della coordinazione motoria.

I bambini di questa fascia di età sono consapevoli solo di ciò che possono vedere ed è per questo che piangono quando la madre lascia il suo campo visivo, anche se è molto vicina.

Preoperatoria: da 2 a 7 anni

Questo è il periodo in cui si verificano le rappresentazioni della realtà dei propri pensieri.

In questa fase, a volte il bambino non ha la percezione reale degli eventi, ma piuttosto la loro interpretazione.

Ad esempio, guardando un bicchiere alto e sottile e un bicchiere basso e ampio che contiene la stessa quantità, il bambino crede che il bicchiere alto ne contenga una quantità maggiore.

Durante questo periodo è anche possibile notare una fase piuttosto marcata di egocentrismo e la necessità di dare vita alle cose.

È la fase dei "perché" e l'esplorazione dell'immaginazione, cioè del suddetto account .

Scopri di più sull'egocentrismo.

Chirurgia del calcestruzzo: da 8 a 12 anni

In questa fase inizia l'inizio del pensiero logico concreto e le norme sociali iniziano già a dare un senso al bambino.

Il bambino è in grado di capire, per esempio, che un vetro sottile e alto e un piccolo vetro spesso possono contenere la stessa quantità di liquido.

In questa fascia d'età, lo sviluppo del bambino include già la conoscenza delle regole sociali e il senso della giustizia .

Chirurgia formale: dai 12 anni

All'età di 12 anni il bambino ha già la capacità di comprendere situazioni e esperienze astratte di altre persone .

Anche se il bambino non ha mai vissuto una certa esperienza o anche qualcosa di simile, ha la capacità di comprendere attraverso situazioni vissute da altri, cioè di comprendere situazioni astratte.

Il preadolescente è anche in grado di creare situazioni, teorie e possibilità ipotetiche e iniziare a diventare un essere autonomo.

Momenti di sviluppo del bambino

Le tappe dello sviluppo del bambino consistono in certi comportamenti o capacità che ci si aspetta dai bambini in determinati gruppi di età.

È importante notare che queste pietre miliari possono verificarsi prima per alcuni bambini che per altri, ma una variazione di tempo eccessivamente grande può significare qualche disturbo dello sviluppo.

Controlla sotto le caratteristiche dello sviluppo del bambino in ogni periodo di età.

Sviluppo del bambino da 0 a 6 mesi

Neonato che dorme neonato

  • Subito dopo la nascita : il bambino dorme la maggior parte del tempo, piange quando sente disagio e ha l'abitudine di succhiargli la bocca.
  • 1 mese : muove la testa, lo sguardo è in grado di accompagnare un oggetto in movimento, reagisce ai suoni, ha la capacità di concentrarsi sul viso di un'altra persona con lo sguardo.
  • 6 settimane : sorridi durante l'interazione con altre persone, sdraiati sullo stomaco.
  • 3 mesi : apre e chiude le sue mani, tiene la testa ferma quando è seduto e lo solleva quando è sdraiato a pancia in giù, cerca di raggiungere oggetti sospesi, inizia a farfugliare i suoni.
  • 5-6 mesi : rotola il corpo quando si sdraia, riconosce le persone, è in grado di sedersi (con supporto), emette suoni simili a piccole urla per esprimere gioia.

Sviluppo del bambino da 7 mesi a 1 anno

Bottiglia di tenuta del bambino

  • 7 mesi : è in grado di sedersi (senza supporto), tiene la bottiglia, passa oggetti da una mano all'altra, riconosce il proprio nome, sostiene parte del peso del proprio corpo quando è in piedi.
  • 9 mesi : reagisce quando i giocattoli sono presi da lui, può stare in piedi (con supporto), può sedersi di fronte, iniziare a parlare di "papà" e "mamma" ("papà" e "mamma"), .
  • 12 mesi : in grado di camminare con supporto e fare un passo o due senza supporto, imparare a battere le mani e "addio", parlare un paio di parole, imparare a bere liquidi attraverso un bicchiere.

Sviluppo del bambino da 1 anno e 6 mesi a 3 anni

Ragazza che cammina su un tachimetro

  • 1 anno e 6 mesi : il bambino cammina più sicuro, sale le scale sostenendosi, è in grado di mangiare certi cibi da solo, stabilisce la comunicazione attraverso un vocabolario di circa 10 parole, disegna linee verticali,
  • 2 anni - 2 anni e 6 mesi : correre in sicurezza, spostarsi nei mobili, gestire un libro o una rivista può girare una pagina alla volta, formare frasi, aprire porte, salire e scendere le scale senza supporto, vai in bagno
  • 3 anni : può andare in bicicletta, andare in bagno da solo, fare domande frequentemente, contare fino a 10, sapere come formare un plurale di alcune parole, riconoscere alcuni colori.

Sviluppo del bambino da 4 a 6 anni

Ragazza, saltare, corda

  • 4 anni : può saltare su un piede, imparare a lanciare le palle, sapere come lavarsi le mani e il viso, salire e scendere le scale alternando i piedi.
  • 5 anni : può afferrare una palla lanciata da un'altra persona, disegnare le persone, sapere come saltare, sapere come indossare i propri vestiti e anche spogliarsi, conosce un numero maggiore di colori.
  • 6 anni : sa scrivere il proprio nome, cammina dritto, parla fluentemente (usa correttamente tempi, plurali e pronomi), ha la capacità di memorizzare storie, inizia a imparare veramente a condividere, inizia a mostrare interesse nel sapere dove i bambini vengono

Cosa può influenzare lo sviluppo del bambino?

Nonostante la definizione del concetto di fasi dello sviluppo piagetiano, lo stesso Piaget sostiene che questo sviluppo può beneficiare di determinati stimoli e di un ambiente adatto ai bambini.

I principali fattori che possono avere un impatto sullo sviluppo del bambino sono:

  • Ambiente in cui vive il bambino.
  • Eredità.
  • Potenza.
  • Problemi fisici

Psicologia dello sviluppo infantile

La psicologia dello sviluppo infantile è responsabile dello studio dei cambiamenti che si verificano nel comportamento umano durante l'infanzia e sostiene che è necessario passare attraverso alcune fasi dell'apprendimento per acquisire finalmente una certa capacità.

Questo studio comprende non solo lo sviluppo emotivo / affettivo (emozioni e sentimenti), ma anche cognitivo (conoscenza / ragione), sociale (relazioni sociali) e psicomotorio (funzioni motorie e psichiche).

Ulteriori informazioni su psicomotorio.

La psicologia dello sviluppo cerca anche di studiare i fattori che promuovono i cambiamenti comportamentali che portano a un particolare fine.

Lo psicologo svizzero Jean Piaget ha fatto un'analogia tra lo sviluppo del bambino e lo sviluppo embrionale: ha considerato che il corso dello sviluppo del bambino consisteva in fasi e che il completamento di una determinata fase era una condizione necessaria per passare alla fase successiva, , ha sostenuto che lo sviluppo si è verificato in sequenza, senza saltare le fasi.

Piaget definiva lo sviluppo cognitivo come una sorta di embriologia mentale .

La costruzione del bambino come individuo è direttamente correlata all'ambiente circostante. La domanda per l'ambiente può influenzare direttamente il raggiungimento di determinate capacità.

Questa condizione stabilisce alcune relazioni di sviluppo del bambino con l'apprendimento: un bambino che non soffre di stimoli può, ad esempio, sviluppare certe abilità in seguito o addirittura non riuscire a svilupparle.

In altre parole, se l'ambiente non richiede, il bambino non può "reagire" e non "costruire".

In breve, la psicologia dello sviluppo infantile sostiene che la costruzione avviene attraverso l'interazione con l'ambiente .

L'importanza del gioco nello sviluppo infantile

Il gioco e il gioco sono una parte fondamentale del processo di sviluppo del bambino.

Attraverso il gioco, i bambini hanno la possibilità di esplorare i loro sentimenti ed emozioni, nonché le loro paure e ansie.

Il gioco permette anche ai bambini di creare situazioni ipotetiche che aiutano nello sviluppo delle capacità di riflessione, analisi, ragionamento, immaginazione e creatività.

Gioca con altri bambini, ad esempio, insegna al bambino a condividere un giocattolo o anche uno spazio. In questo modo, la socializzazione aiuta il bambino a superare la fase di egocentrismo.

Teoria di Piaget vs. La teoria di Vygotsky

Nel campo della psicologia, Jean Piaget e Lev Vygotsky erano grandi studiosi dello sviluppo infantile.

Lev Semyonovich Vygotsky (17 novembre 1896 - 11 giugno 1934)

Entrambi sono considerati costruttivisti e interazionisti, perché difendono che nulla accade senza un'interazione e che tutto deve passare attraverso un processo di costruzione fino al raggiungimento della fine.

La differenza tra la teoria di Piaget e la teoria di Vygotsky sono le mediazioni utilizzate per avvicinarsi all'interazione.

Piaget ritiene che l'interazione avvenga attraverso l'azione del bambino. In questo modo avviene uno scambio con il mezzo; il bambino agisce e impara dall'esperienza, non c'è una persona che insegna.

Per Vygotsky, la mediazione avviene attraverso strumenti culturali, cioè l'apprendimento avviene quando il bambino interagisce o coopera con persone che fanno parte del loro ambiente. Successivamente, questi processi di apprendimento sono interiorizzati e diventano parte dello sviluppo indipendente del bambino.

In altre parole, per Vygotsky lo sviluppo del bambino è il risultato dell'interazione sociale.

Categorie Popolari

Top