Raccomandato, 2019

Scelta Del Redattore

Definizione biomedicina

Cos'è la biomedicina:

La biomedicina è una branca della medicina che applica i principi biologici e fisiologici nella ricerca e nella pratica clinica.

La biomedicina si avvicina alla salute da un punto di vista biologico, cioè studia l'anatomia e la fisiologia per comprendere i meccanismi del corpo e, quindi, propone nuovi modi di diagnosi, trattamento e prevenzione delle malattie.

I metodi sviluppati dalla biomedicina sono alla base delle politiche di sanità pubblica e anche delle diagnosi di laboratorio. Questo perché la biomedicina è altamente teorica e i suoi professionisti sono responsabili dello sviluppo di nuove tecnologie per combattere le malattie e migliorare la salute in generale.

La biomedicina combina la scienza medica con diverse aree della biologia come biochimica, embriologia, biologia molecolare, immunologia, ecc.

Differenze tra biomedicina e medicina

La biomedicina lavora con test di laboratorio per identificare cause, sintomi e funzionamento delle malattie, nonché per sviluppare nuove forme di diagnosi, trattamento e prevenzione.

La biomedicina è prevalentemente teorica e focalizzata sulla ricerca e sullo sviluppo in tutti i campi della medicina e della salute.

La medicina ha un focus pratico e un'azione diretta con i pazienti. Si concentra sulla cura clinica e la cura di malattie specifiche.

In termini accademici, le due aree hanno curricoli curriculari molto simili, specialmente nei primi anni del corso. Sebbene dipenda dall'istituzione, è naturale che il corso di biomedicina sia molto più approfondito nella teoria e nella medicina orientata alla pratica.

Carriera in biomedicina

L'accesso alla professione biomedica avviene attraverso una formazione specifica nell'area e la successiva iscrizione al Consiglio Regionale di Biomedicina.

In Brasile, il corso di biomedicina dura 5 anni e comprende discipline quali: anatomia umana, biofisica, citopatologia, chimica, microbiologia, genetica, tossicologia, ecc.

La maggior parte dei biomedici in Brasile lavora con valutazioni cliniche (servizi di laboratorio e analisi biologiche di sangue, urina, feci, ecc.). Tuttavia, la professione è anche orientata alla ricerca e diversi scienziati biomedici lavorano come scienziati presso università e centri di ricerca alla ricerca di nuovi progressi nella medicina.

Qualifiche di biomedicina

Secondo il Consiglio federale della biomedicina, un biomedico, purché soddisfi i requisiti, può specializzarsi nelle seguenti aree:

Patologia clinica (analisi cliniche)biofisicaparassitologiamicrobiologiaimmunologia
ematologiabiochimicaBanca del sanguevirologiafisiologia
Fisiologia generaleFisiologia umanaSanità pubblicaradiologiaImaging
Analisi bromatologicheMicrobiologia alimentareIstologia umanapatologiaCitologia oncologica
Analisi ambientaleagopunturageneticaembriologiaRiproduzione umana
Biologia molecolarefarmacologiapsicobiologiaInformatica sanitariaperfusione
tossicologiasanitarianAnatomia PatologicaBiomedicina Esteticarevisione

I requisiti per acquisire le qualifiche sono:

  • Durante la laurea : tirocinio supervisionato di 500 ore o più in un istituto riconosciuto dal Ministero della Pubblica Istruzione o un corso di specializzazione o post-laurea riconosciuto dal Ministero della Pubblica Istruzione.
  • Corso di specializzazione, master o dottorato in una delle qualifiche, nel rispetto delle norme del MEC
  • Approvazione del Diploma Specialista dell'Associazione Brasiliana di Biomedicina - ABBM
  • Certificato di miglioramento professionale in un istituto di istruzione superiore riconosciuto dal MEC.
  • Certificato di Residenza multiprofessionale offerto da un istituto riconosciuto dal Ministero della Pubblica Istruzione.

Categorie Popolari

Top