Raccomandato, 2019

Scelta Del Redattore

Definizione Profitto reale

Qual è il profitto reale:

Il reddito reale è una forma di calcolo del tasso di tassazione per il pagamento dell'imposta sul reddito delle società (IRPJ) e del contributo sociale sul reddito netto (CSLL).

Il valore del profitto reale è il regime generale utilizzato per calcolare il valore della tassazione delle società, cioè, se la società non sceglie un'altra forma di calcolo delle imposte, il regime fiscale adottato sarà il profitto reale. Questo sistema di calcolo è considerato il più complesso di quelli esistenti nel sistema fiscale.

Come funziona il reddito reale?

L'utile effettivo viene calcolato in base all'utile contabile dell'azienda. Questo valore è ottenuto dopo che i conti della società sono stati effettuati su un periodo. Gli aggiustamenti fiscali previsti dalla legge sono aggiunti al valore del profitto.

Molti tipi di società devono obbligatoriamente adottare questo regime fiscale, poiché è il regime fiscale generale. La legge afferma che sono:

  • banche, società di credito e cooperative, istituzioni finanziarie, gestori di crediti immobiliari, intermediari di cambio, compagnie assicurative e simili,
  • aziende collegate all'agribusiness,
  • società che ricevono un qualche tipo di esenzione fiscale o vantaggio,
  • società di factoring (concessione di crediti a breve termine per beni o servizi a società in situazioni di difficoltà finanziarie),
  • aziende che hanno un profitto o ricevono capitali dall'esterno del paese,
  • Aziende a scopo specifico che utilizzano il modello nazionale semplice.

Come calcolare il profitto reale?

Il calcolo del profitto effettivo viene effettuato in base ai valori del reddito netto dell'azienda.

Il primo passo nella contabilizzazione del profitto reale è determinare il valore del fatturato totale della società nel periodo, cioè calcolare l'importo ricevuto dalle attività della società nella vendita dei suoi prodotti o servizi. Successivamente, le spese e le spese sostenute dalla società per il suo funzionamento, come la manutenzione e il pagamento dei dipendenti, devono essere detratte da tale importo.

Il valore finale ottenuto da questo calcolo corrisponde al profitto effettivo dell'azienda. Pertanto, l'IRPJ della società sarà calcolato sulla base di tale importo.

Qual è il periodo per il calcolo del reddito imponibile?

Il periodo di calcolo può essere eseguito in due modi: una volta all'anno (annuale) o ogni tre mesi (trimestrale).

Calcolo IRPJ

Già il calcolo dell'imposta sul reddito deve essere effettuato ogni tre mesi, con le date stabilite dalla legge, essendo il tasso del 15% sul profitto reale.

Le date sono le seguenti: 1 marzo, 30 giugno, 30 settembre e 31 dicembre.

Calcolo CSLL

La CSLL deve essere contabilizzata in ciascun periodo di tre mesi, in base al profitto effettivo per il periodo corrispondente. L'aliquota del contributo da pagare deve essere calcolata sul profitto effettivo del periodo.

Il tasso, di norma, è pari al 9% dell'importo del reddito imponibile. Per le società finanziarie, di credito e assicurative, il tasso applicato è del 15% .

Qual è il vantaggio del profitto reale?

Il primo vantaggio che si può evidenziare è il fatto che il valore della base di calcolo viene calcolato sul vero profitto ottenuto dalla società, sulla base dei dati che si ottengono dopo la contabilizzazione degli utili e delle spese. In questo modo, oltre ad abbinare la realtà del profitto, la tassazione è più giusta.

Un altro vantaggio del profitto reale è la possibilità di non pagare l'IRPJ in un periodo in cui vi è una perdita fiscale, che si verifica quando il profitto della società è negativo, cioè quando non c'è profitto. Quando si verifica questa perdita, c'è la possibilità di non effettuare il pagamento dell'imposta sul reddito della società, poiché il calcolo viene effettuato sul profitto effettivo.

In questa situazione c'è ancora un altro vantaggio, poiché la legge consente che, in situazioni di perdita fiscale, la società possa compensare l'ammontare della perdita nei successivi calcoli degli utili.

La società che opta per il reddito imponibile può anche avere diritto ad alcune agevolazioni fiscali e fiscali, come il diritto alla detrazione dagli importi dell'imposta sul reddito utilizzati per finanziare progetti culturali, programmi sanitari e donazioni, tra gli altri.

Pagamento del programma di interazione sociale (PIS) e contributo per il finanziamento della sicurezza sociale (COFINS)

Sia PIS che COFINS sono contributi sociali. Il PIS finanzia l'assicurazione contro la disoccupazione e i pagamenti corrisposti ai lavoratori, dal momento che COFINS è utilizzato per pagare le prestazioni di sicurezza sociale.

Nel calcolo del profitto effettivo il pagamento del PIS viene effettuato in forma non cumulativa. In questo caso, la società ha il diritto di addebitare il valore PIS dell'importo fatturato contabilizzato. In questa modalità, il tasso PIS è 1, 65% .

COFINS è anche calcolato in forma non cumulativa. Come con PIS, la società può detrarre l'importo del contributo fatturato. Per COFINS, il tasso è del 7, 60% .

Differenza tra profitto effettivo e profitto presunto

Il profitto reale e il profitto presunto sono due diverse forme di calcolo per il pagamento dell'IRPJ. La principale differenza tra i metodi di calcolo è la base di calcolo utilizzata.

Come indicato sopra, il profitto effettivo utilizza il valore del profitto netto ottenuto dalla società. Il profitto presunto si basa su un valore che è stato stabilito in precedenza e che non corrisponde alla realtà esatta del profitto della società nel periodo.

Vedi anche il significato di profitto e profitto presunto.

Categorie Popolari

Top