Raccomandato, 2019

Scelta Del Redattore

Definizione neoliberismo

Cos'è il neoliberismo:

Il neoliberismo è una ridefinizione del liberalismo classico, influenzato dalle teorie economiche neoclassiche ed è inteso come un prodotto del liberalismo economico classico.

Il neoliberismo può essere una catena di pensiero e un'ideologia, cioè un modo di vedere e giudicare il mondo sociale o un movimento intellettuale organizzato, che tiene riunioni, conferenze e congressi.

Questa teoria, basata sul liberalismo, nacque negli Stati Uniti d'America e ebbe come alcuni dei principali difensori Friedrich A. Hayeck e Milton Friedman.

In politica, il neoliberismo è un insieme di idee politiche ed economiche capitaliste che sostengono la non partecipazione dello Stato all'economia, dove deve esserci libertà di commercio totale, per assicurare la crescita economica e lo sviluppo sociale di un paese. Gli autori neoliberisti affermano che lo stato è principalmente responsabile delle anomalie nel funzionamento del libero mercato, poiché le sue grandi dimensioni e attività limitano gli agenti economici privati.

Il neoliberismo difende la mancanza di intervento del governo nel mercato del lavoro, la politica di privatizzazione delle imprese statali, la libera circolazione del capitale internazionale e l'enfasi sulla globalizzazione, l'apertura dell'economia all'ingresso delle multinazionali, l'adozione di misure contro il protezionismo economico, la riduzione delle tasse e delle tasse eccessive ecc.

Questa teoria economica ha proposto l'uso dell'attuazione delle politiche di approvvigionamento per aumentare la produttività. Hanno anche indicato un modo essenziale per migliorare l'economia locale e globale per ridurre i prezzi e le retribuzioni.

Vedi anche: Significato del liberalismo economico.

Neoliberismo in Brasile

In Brasile, il neoliberismo ha iniziato a essere seguito in modo aperto nei due governi consecutivi del presidente Fernando Henrique Cardoso. In questo caso, seguire il neoliberismo era sinonimo di privatizzazione di diverse imprese statali. Il denaro ottenuto da queste privatizzazioni è stato utilizzato principalmente per mantenere il Real (una nuova valuta all'epoca) a livello di dollari.

La strategia di privatizzazione incoraggiata dagli ideali neoliberali non è stata seguita da tutti i paesi. A differenza del Brasile, la Cina e l'India (paesi che hanno mostrato un'enorme crescita negli ultimi decenni) hanno adottato tali misure in modo limitato e graduale. In questi paesi, l'investimento di gruppi economici è stato realizzato in collaborazione con aziende nazionali.

Neoliberismo e globalizzazione

I concetti di neoliberismo e globalizzazione sono collegati perché il neoliberalismo è sorto grazie alla globalizzazione e più concretamente alla globalizzazione dell'economia. Dopo la seconda guerra mondiale, l'aumento dei consumi e il progresso delle tecnologie di produzione hanno portato la società al consumismo.

Questa società dei consumi ha favorito la globalizzazione dell'economia, in modo che capitali, servizi e prodotti possano fluire nel mondo intero, un chiaro pensiero neoliberale. In questo modo, il neoliberismo ha aperto la libertà economica ordinata dal mercato, e in alcune occasioni lo stato deve intervenire in alcuni negoziati per evitare squilibri finanziari.

Nonostante ciò, la dottrina neoliberale mira a far sì che l'economia e la politica agiscano in modo indipendente l'una dall'altra, e quindi non apprezzano quando c'è un intervento politico nell'economia.

Ulteriori informazioni sul significato della globalizzazione.

Neoliberismo e educazione

Il neoliberismo considera l'educazione in un modo specifico, e questi sono alcuni elementi chiave dell'educazione: qualità totale, modernizzazione della scuola, adattamento dell'insegnamento alla competitività del mercato internazionale, nuova vocazionalizzazione, incorporazione di tecniche e linguaggi dell'informatica e della comunicazione, apertura dell'università al finanziamento aziendale, ricerca pratica, utilitaristica, produttività.

È importante che, secondo l'aspetto neoliberista, l'istruzione non sia inclusa nel campo sociale e politico, diventando integrata nel mercato. Pertanto, alcuni dei problemi economici, sociali, culturali e politici affrontati dall'istruzione sono spesso trasformati in problemi amministrativi e tecnici. Una scuola modello deve essere in grado di competere nel mercato. Lo studente diventa un semplice consumatore di insegnamento, mentre l'insegnante diventa noto come un dipendente addestrato per consentire ai suoi studenti di integrarsi nel mercato del lavoro.

Categorie Popolari

Top