Raccomandato, 2019

Scelta Del Redattore

Definizione capitalismo

Cos'è il capitalismo:

Il capitalismo è un sistema economico e sociale, in cui l'obiettivo principale è il profitto e l' accumulo di ricchezza attraverso i mezzi di produzione. Questo è il sistema più adottato al mondo oggi.

Nel sistema capitalista, i mezzi di produzione e distribuzione sono di proprietà privata e il più grande sforzo di questo processo è nelle mani degli operai, chiamati anche proletari . Svolgono gran parte delle attività di lavoro collettivo in modo che i proprietari delle società detengano tutti i profitti necessari.

Scopri di più sui proletari.

In questo processo, le decisioni sull'offerta, sulla domanda, sul prezzo, sulla distribuzione e sugli investimenti nel sistema capitalista non vengono prese dal governo e i profitti vengono distribuiti ai proprietari che investono in imprese e le retribuzioni sono pagate ai lavoratori dalle imprese. Il capitalismo è stato dominante nel mondo occidentale dalla fine del feudalesimo.

Nella logica del capitalismo c'è l'aumento del reddito. Questi possono essere concentrati e distribuiti, senza avere nulla a che fare con l'essenza del sistema. La concentrazione e la distribuzione dei redditi capitalistici dipendono molto di più dalle condizioni particolari di ogni società.

Il capitalismo è il sistema socio-economico basato sul riconoscimento dei diritti individuali, in cui tutte le proprietà sono private e il governo esiste per vietare l'avvio della violenza umana. In una società capitalista, il governo ha tre organi: la polizia, l'esercito e i tribunali.

Un altro fattore sorto con il capitalismo era la disuguaglianza sociale, che enfatizzava la divisione delle classi tra lavoratori e imprenditori.

Il capitalismo può funzionare solo quando ci sono mezzi tecnologici e sociali per garantire il consumo e accumulare capitali. Quando ciò accade, ha conservato e persino accresce la capacità economica di produrre ricchezza.

Ulteriori informazioni sulla disuguaglianza sociale e socioeconomica.

Fasi del capitalismo

Si può dire che il capitalismo è diviso in tre fasi. Sono:

  • Il capitalismo commerciale o mercantile, che correva dal XV al XVIII secolo, e il suo obiettivo principale era l'accumulazione di capitale, lo sfruttamento della terra e la commercializzazione dei beni, sempre con lo scopo di arricchimento;
  • Il capitalismo industriale, emerso nel diciottesimo secolo, dalla trasformazione del sistema di produzione e ha avuto il passaggio dalle bilance manifatturiere a quelle di produzione di grandi dimensioni, cioè le attività artigianali sono ora realizzate da macchine;
  • Capitalismo finanziario o monopolio, iniziato dopo la seconda guerra mondiale e corrispondente a un tipo di economia capitalista in cui le grandi imprese e la grande industria sono controllate dal potere economico delle banche commerciali e di altre istituzioni finanziarie;
  • Il capitalismo informazionale, cognitivo o della conoscenza, che ha avuto inizio nel periodo post-Guerra Fredda e corrisponde al periodo economico e sociale segnato dal progresso della globalizzazione, computer, telefoni digitali, robotica e Internet. Questo è il periodo che stiamo vivendo oggi.

Scopri quali sono le caratteristiche principali del capitalismo.

Capitalismo e socialismo

Esiste un sistema politico ed economico che presenta idee opposte al sistema capitalista. Si chiama socialismo.

Consiste in una teoria che propone l'appropriazione pubblica dei mezzi di produzione e la soppressione delle differenze tra le classi sociali, suggerendo una graduale riforma della società capitalista.

I due sistemi hanno molte differenze, proprio perché sono contrari. Nel capitalismo, per esempio, mentre il governo gioca un ruolo marginale nell'economia, nel socialismo c'è un grande intervento del governo.

Il capitalismo favorisce chi ha soldi e dà libertà alla creazione di imprese da parte di individui, ma crea classi sociali molto distinte e conseguenti disuguaglianze sociali. Il socialismo, d'altra parte, ha come visione il bene comune di tutti gli individui nella società, e il governo fornisce ciò che è necessario per i cittadini.

Vedi di più sul socialismo e sul capitalismo e il socialismo.

Capitalismo e globalizzazione

Uno dei fenomeni del capitalismo è la globalizzazione, che è uno dei processi di approfondimento dell'integrazione economica, sociale, culturale e politica, spinto dal ridimensionamento dei mezzi di trasporto e comunicazione dei paesi del mondo alla fine del XX secolo.

La globalizzazione è generata dalla necessità per le dinamiche del capitalismo di formare un villaggio globale che consenta mercati più vasti per i paesi centrali.

Vedi anche il significato di Capitalismo, Globalizzazione, Capitale in Economia, Capitalismo Industriale e Net Modernity.

Messaggi Popolari, 2019

ROI

Categorie Popolari

Top