Raccomandato, 2019

Scelta Del Redattore

Definizione Significato della teoria dei sistemi generali

Qual è la teoria generale dei sistemi:

La teoria generale dei sistemi, o solo teoria dei sistemi, è lo studio interdisciplinare di diversi sistemi in generale, con lo scopo di scoprire schemi e identificare regole che possono essere applicate in diversi campi della conoscenza.

La teoria adotta che un sistema è un organismo formato da parti interconnesse e interdipendenti . È questa ampiezza del concetto che rende la teoria generale dei sistemi applicabile a varie aree della conoscenza, sia nelle esatte scienze, scienze sociali, ecc.

Lo scopo della teoria dei sistemi è quello di investigare le comunanze tra i diversi campi di conoscenza e di scoprire le loro dinamiche, i loro problemi e principi (scopo, metodi, strumenti, ecc.) Al fine di produrre risultati.

La teoria dei sistemi rappresenta alcuni cambiamenti di prospettiva in alcuni aspetti:

  • Dalle parti al tutto. Attraverso la teoria dei sistemi, l'attenzione non è più l'oggetto di studio di ciascuna area, ma piuttosto le relazioni tra queste diverse aree
  • Misura per mappare queste relazioni
  • Dalle analisi quantitative all'analisi qualitativa dei dati
  • Dalla conoscenza oggettiva alla conoscenza epistemologica, cioè "conoscenza della conoscenza"

Origine della teoria dei sistemi generali

La teoria dei sistemi ebbe origine nel campo della biologia con gli studi di Ludwig von Bertalanffy negli anni 60. Le metafore utilizzate da Ludwig per riferirsi agli organismi viventi furono ben presto adottate dagli studiosi dell'organizzazione nel tentativo di comprendere meglio il funzionamento di organizzazioni.

Nel 1966, lo psicologo Daniel Katz e l'informatico Robert Kahn pubblicarono il libro "Psicologia sociale delle organizzazioni", rendendo così popolare l'applicazione della teoria sistemica nel ramo delle organizzazioni. Successivamente, la teoria cominciò ad essere applicata in modo analogo in diverse aree della conoscenza.

Concetti importanti della teoria dei sistemi generali

La teoria generale dei sistemi presenta alcuni concetti essenziali per la loro comprensione:

Sistema : organismo composto da parti indipendenti e interconnesse.

Confini : confini che definiscono un sistema e lo separano dagli altri.

Entropia : grandezza che misura il livello di irreversibilità dei cambiamenti subiti da un sistema fisico.

Omeostasi o " stato stazionario ": resistenza al cambiamento da parte di un sistema che tende a rimanere in equilibrio.

Ambiente : contesto esterno in cui si trova il sistema.

Input, import o input : fenomeno o causa che avvia il funzionamento del sistema.

Output, export o output : la conseguenza finale del funzionamento del sistema. I risultati dovrebbero essere coerenti con lo scopo del sistema.

Elaborazione o produzione : processo di conversione delle importazioni in esportazioni.

Feedback o feedback : reazione del sistema agli stimoli esterni. Può essere positivo o negativo. I feedback positivi fanno sì che il sistema agisca in base all'ingresso in ingresso mentre il negativo forza un funzionamento contatore (resistivo).

Caratteristiche del sistema

Secondo Bertanlanffy, sebbene siano formati da diverse parti indipendenti, i sistemi hanno caratteristiche e attributi unici che non esistono in nessuna delle parti isolate che lo compongono. Queste caratteristiche sono:

Scopo : i sistemi sono sempre pensati per uno scopo che non può essere soddisfatto da nessuna delle sue parti isolate.

Totalità : in considerazione del fatto che i sistemi sono organismi, qualsiasi cambiamento in una delle parti avrà conseguenze per tutti gli altri.

Tipi di sistemi

I sistemi possono essere classificati in base alla loro costituzione e alla loro natura. Per quanto riguarda la costituzione, i sistemi possono essere:

Fisici : sono cose reali e palpabili come oggetti, attrezzature e altri tipi di macchinari come computer, automobili, orologi, ecc.

Abstract : sono concetti e idee formate da parti diverse. Possono essere aree di conoscenza, teorie, argomenti, ecc.

Per quanto riguarda la natura, i sistemi possono essere:

Aperto : sono suscettibili alle influenze dell'ambiente circostante.

Chiuso : non interagire con l'ambiente che ti circonda.

Esempi di applicazione della teoria dei sistemi

La teoria dei sistemi generali è applicabile a molte aree della conoscenza. Per illustrare come la conoscenza di un sistema può essere applicata per analogia a un altro, guarda gli esempi:

Esempio 1 : il termostato è un dispositivo responsabile della stabilità della temperatura all'interno di un luogo. All'aumentare della temperatura, il termostato risponde attivando o disattivando il condizionatore o il riscaldatore. Il termostato, quindi, è un sistema aperto programmato per mantenersi in omeostasi (equilibrio) quando riceve input (temperatura ambiente).

L'ingresso ( input ) ricevuto dal termostato funge da feedback negativo poiché forza una risposta contatore dal sistema. Se l'input è di calore, l' uscita è fredda e viceversa.

Esempio 2 : il corpo umano, così come un termostato, mantiene il suo sistema in omeostasi. Man mano che aumenta l'attività fisica (input), il corpo risponde aumentando la frequenza cardiaca per inviare più sangue ai muscoli (output). Questa attività riduce la quantità di ossigeno nel sangue e costringe i polmoni (input) a lavorare più velocemente (output).

Teoria dei sistemi in psicologia

La teoria dei sistemi viene applicata in psicologia per valutare la psiche umana come un sistema aperto, cioè che interagisce attraverso input e output per l'ambiente esterno.

Gli eventi traumatici possono agire come input per i cambiamenti nel sistema psicologico, che elabora l'evento e presenta gli output sotto forma di sintomi.

I meccanismi psicologici di difesa, come la negazione, funzionano come omeostasi, cioè, cercano di mantenere il sistema psicologico in equilibrio.

Teoria dei sistemi in amministrazione

Nella teoria amministrativa, le organizzazioni sono viste come sistemi aperti che ricevono input sotto forma di energia, forniture, persone, ecc. E forniscono risultati come prodotti e servizi.

Teoria dei sistemi informatici

Nel calcolo, un sistema è l'insieme costituito da software, hardware e risorse umane. È una delle aree più semplici per identificare l'applicazione della teoria dei sistemi generali, dato che un sistema di informazione risponde agli input e produce un risultato.

Teoria dei sistemi in geografia

In diverse aree geografiche, gli autori usano il termine "geosistema" per designare l'insieme di elementi naturali, sociali, economici e culturali che, in modo interdipendente, creano l'ambiente in cui viviamo.

Chiaramente, si può dire che l'ambiente è un sistema che subisce continui input attraverso l'attività umana (esplorazione, emissione di gas, urbanizzazione, ecc.) E presenta risultati coerenti.

Il riscaldamento globale è un fenomeno che si verifica attraverso un feedback positivo. A differenza del negativo, che mira a mantenere il sistema in equilibrio, il feedback positivo forza il sistema a lavorare nella stessa direzione dell'input ricevuto, provocando di solito uno squilibrio.

Quando l'emissione di anidride carbonica aumenta la temperatura della Terra, le calotte polari, responsabili di riflettere parte della luce solare, si sciolgono, aumentando la quantità di acqua sul pianeta e, di conseguenza, l'assorbimento di calore. Si noti che l'uscita prodotta è uguale all'ingresso ricevuto (calore).

Messaggi Popolari, 2019

Categorie Popolari

Top