Raccomandato, 2020

Scelta Del Redattore

Definizione angoscia

Cos'è l'angoscia:

L'ansia è la sensazione psicologica che è caratterizzata da soffocamento, torace stretto, ansia, insicurezza, mancanza di umorismo e risentimenti associati a qualche dolore.

Nel campo psichiatrico, l'angoscia è considerata una malattia e deve essere trattata.

Per la psichiatria, l' angoscia può essere un sintomo di depressione . Tuttavia, non tutte le persone con angoscia periodica dovrebbero essere considerate depresse. Questo sentimento può anche significare una manifestazione di ansia, per esempio.

L'ansia può anche essere collegata a cause psicologiche come complessi e traumi di ambienti familiari repressivi o estenuanti.

L'ansia sarà considerata una malattia solo quando sorgono altri sintomi associati, come mancanza di concentrazione, tristezza permanente, irrequietezza, pensieri negativi e così via.

Le persone che presentano disagio e non hanno un seguito professionale sviluppano altri disturbi emotivi, come stanchezza fisica e mentale, comportamento inappropriato e bassa autostima.

L'angoscia è un'emozione che precede un evento, una circostanza o che si verifica in seguito a ricordi traumatici.

L'ansia può anche accadere in stati di paranoia, dove la percezione della realtà è distorta.

Tra i popoli dell'antichità, i greci cercavano di combattere l'angoscia creando una società basata sul principio dell'equilibrio, cioè niente di troppo, come un modo per combattere gli istinti e le passioni naturali dell'uomo.

Così sorsero le tragedie greche che, come l'arte della rappresentazione e dell'aspetto, ci mettono in contatto con tutte le tragedie e le angosce dell'esistenza.

Alcuni filosofi dicono che l'angoscia arriva in un momento in cui l'uomo realizza la sua condanna della libertà, così si sente angosciato dal momento che sa di essere il padrone del suo destino.

Ulteriori informazioni sul significato di ansia.

Categorie Popolari

Top