Raccomandato, 2020

Scelta Del Redattore

Definizione oppressione

Cos'è l'oppressione:

L'oppressione è l'atto di opprimere, soffocare, essere una persona, un atteggiamento, una comunità. L'oppressione può anche essere l'uso della violenza per dimostrare autorità, atti di tirannia, ed è un termine abbastanza associato a paesi, governi, società e così via.

L'oppressione è la sensazione di essere soffocato, avendo difficoltà a respirare, anche in senso figurato. L'oppressione fa si che le persone si sentano represse, umiliate, dove non possono fare ciò di cui hanno bisogno o hanno voluto, perché sono prese di mira da oppositori, conoscenti, dal governo, dai manifestanti.

Oppressione sociale

L'oppressione sociale è quando una persona è sottoposta a crudeltà e umiliazione da parte di una società o di un gruppo particolare. Un esempio di oppressione sociale è il razzismo e ogni tipo di pregiudizio nei confronti del colore della pelle, della religione, del sesso e così via.

L'oppressione sociale fa sentire i cittadini "schiacciati", soffocati, incapaci di essere se stessi e spesso si trovano costretti ad agire in un modo che per loro non è normale. Alla fine emersero diversi movimenti per studiare l'oppressione, come la teologia della liberazione.

Oppressione spirituale / diabolica

L'oppressione spirituale, chiamata anche malvagità, è quando il diavolo agisce sui corpi delle persone, facendoli dominare completamente da lui. Il diavolo agisce come un'oppressione spirituale, dove la persona soffre, crea disturbi emotivi che non hanno mai avuto o comportamenti sconosciuti.

L'oppressione spirituale si verifica quando un individuo inizia ad avere una mania di persecuzione, che viene osservata di continuo, sentendosi come se qualcuno avesse stretto il suo petto e altre sensazioni.

Messaggi Popolari, 2020

DJ

Categorie Popolari

Top