Raccomandato, 2019

Scelta Del Redattore

Definizione narcisismo

Cos'è il narcisismo:

Il narcisismo è un concetto di psicoanalisi che definisce l'individuo che ammira esageratamente la propria immagine e nutre un'eccessiva passione per se stesso .

Il termine deriva da Narciso, che secondo la mitologia greca era un giovane bello che risvegliò l'amore per la ninfa Eco . Ma Narciso respinse questo amore e fu quindi condannato ad innamorarsi della propria immagine riflessa nell'acqua. Narciso finì per suicidarsi annegando. Successivamente, Madre Terra lo trasformò in un fiore (narciso).

Essendo legato all'autoerotismo, il narcisismo consiste in una concentrazione dell'istinto sessuale sul corpo stesso.

Gli individui narcisisti sono spesso chiusi, egocentrici e solitari.

Narcisismo secondo Freud

Secondo lo psicanalista Sigmund Freud, il narcisismo è un tratto normale in tutti gli esseri umani. È legato allo sviluppo della libido (con desiderio sessuale, eros).

Nella linea psicoanalitica di Freud, il narcisismo come perversione sessuale è la fissazione di una normale fase di transizione dell'infanzia. E 'correlato, in parte con l'omosessualità e l'esibizionismo, tra le altre caratteristiche della condotta sessuale.

Il narcisismo si trasforma in patologia, cioè passa dallo stato normale al malsano, quando si scontra con le idee culturali ed etiche, diventando eccessivo e ostacolando le normali relazioni dell'individuo nell'ambiente sociale.

Secondo gli studi di Freud, il narcisismo può essere diviso in due fasi: narcisismo primario (fase autoerotica) e narcisismo secondario (quando l'individuo sviluppa l'ego e può differenziare se stesso - i suoi desideri e ciò che lo attrae - il resto del mondo).

Messaggi Popolari, 2019

Categorie Popolari

Top