Raccomandato, 2019

Scelta Del Redattore

Definizione Significato della teoria dell'evoluzione

Qual è la teoria dell'evoluzione:

La teoria dell'evoluzione è un concetto ampiamente usato in biologia per indicare che l'evoluzione biologica degli organismi esistenti è il risultato della lenta e progressiva modificazione di alcune specie.

Conosciuto anche come Darwinismo o Evoluzionismo, questa teoria è stata sviluppata da Charles Darwin, con la collaborazione di Alfred Wallace e rivela i momenti di sviluppo delle specie che abitavano e abitano il pianeta Terra.

Sorse a metà del diciannovesimo secolo per opporsi all'idea del creazionismo, che afferma che tutte le creature viventi sulla terra sono emerse da una creazione di Dio.

La base della teoria è la selezione naturale, dove gli organismi più adatti all'ambiente hanno maggiori possibilità di sopravvivenza rispetto a quelli meno adattati e quindi, sarebbero gli animali selezionati per quell'ambiente.

Caratteristiche della teoria dell'evoluzione

La caratteristica principale della teoria evoluzionistica è che tutti gli individui di qualsiasi tipo hanno antenati comuni in qualche punto della storia.

Questo è possibile solo attraverso la selezione naturale, dove gli individui che meglio si adattano all'ambiente hanno più probabilità di sopravvivere. La limitazione delle risorse era un modo per far lottare gli individui, direttamente o indirettamente, per vincerli, il che ha fatto sì che alcune persone si distinguessero più di altre.

Tuttavia, gli individui appartenenti alla stessa specie hanno variazioni tra di loro, derivanti da mutazioni genetiche o dalla riproduzione sessuale, che possono essere trasmessi alla generazione successiva.

La selezione naturale è molto simile alla selezione artificiale, ma quest'ultima è il risultato dell'interferenza umana con un particolare organismo.

Vedi anche il significato di Evoluzione, creazionismo ed evoluzionismo sociale.

Messaggi Popolari, 2019

Categorie Popolari

Top