Raccomandato, 2019

Scelta Del Redattore

Definizione emancipata

Che cos'è emancipato:

Emancipato significa libero, indipendente . È ciò che è stato liberato da una certa sottomissione, sovranità e intolleranza.

Emancipato è colui che ha ottenuto l'emancipazione ed è responsabile delle proprie azioni.

Emancipato è la persona di età inferiore ai 18 anni, che ha acquisito determinati diritti civili, generalmente pari agli adulti.

Quando un comune ha il suo quartier generale elevato alla categoria di città, non dipende più dalla città di polo e riceve le proprie risorse, si dice che sia stato emancipato politicamente.

Una donna emancipata è colei che ha acquisito autonomia, che si è sbarazzata delle oppressioni e dei pregiudizi imposti dalla società.

Minore emancipato

Il minore emancipato è colui che è responsabile delle proprie azioni, prima dell'età legale. È ciò che è diventato libero dal potere paterno o dal tutoraggio, e dall'effetto di emancipazione è diventato civile.

Emancipato, come stabilito dal codice civile, è il giovane che, dopo i 16 anni di età, con cura dei genitori, frequenta l'ufficio notarile per effettuare l'emancipazione, mediante l'iscrizione in un atto pubblico.

È considerato emancipato, il giovane che, a partire dall'età di 16 anni, ha la propria attività, legalizzato, o lavora con un contratto formale, o per matrimonio, con il consenso dei genitori.

Il giovane emancipato in Brasile, è quello che acquisisce certi diritti civili, generalmente uguali agli adulti, ma prima del codice penale, la maggioranza è raggiunta solo all'età di 18 anni.

Vedi anche il significato di Emancipazione dei Minori.

Categorie Popolari

Top