Raccomandato, 2020

Scelta Del Redattore

Definizione agricoltura

Cos'è l'agricoltura:

L'agricoltura è un termine che si riferisce all'arte di coltivare i campi, rappresentando anche il lavoro e le tecniche utilizzate per ottenere prodotti agricoli.

L'economista Colin Clark, che è responsabile della divisione dell'economia di un paese in tre categorie, ha detto che l'agricoltura, insieme alla silvicoltura, all'allevamento e alla pesca, sono il settore primario dell'economia.

Poiché lo sviluppo delle piante è strettamente correlato alle caratteristiche del suolo (struttura, consistenza, contenuto di sostanze minerali, humus e microrganismi), livello delle acque sotterranee e clima (temperatura, precipitazioni, vento), le rese massime sono ottenuto coltivando le piante che meglio si adattano alle condizioni di un luogo particolare.

Le condizioni climatiche possono essere migliorate solo in circostanze particolari, ad esempio mediante irrigazione artificiale o protezione contro agenti avversi. Tuttavia, le caratteristiche del suolo possono essere migliorate in modo redditizio, attraverso l'uso di fertilizzanti, correttori di pH o drenando terreni molto umidi.

L'agronomia è la scienza che analizza le proprietà dei terreni e delle piante per perfezionare le tecniche utilizzate in agricoltura. Dato l'aumento della densità della popolazione, le misure per aumentare i rendimenti attraverso il clima e le condizioni del suolo sono sempre più importanti. La pratica della coltivazione in serra e lo sviluppo di metodi che impedivano agli animali di distruggere le colture erano molto importanti.

L'uso agricolo del suolo iniziò nel Neolitico. L'uso di zappe e aratri, animali da tiro (carichi), la produzione di fertilizzanti artificiali e l'introduzione di macchinari agricoli sono stati di fondamentale importanza nei diversi gradi di evoluzione che hanno avuto luogo fino allo sviluppo attuale.

Per diversi millenni l'agricoltura è stata la principale attività economica del mondo. Tuttavia, negli ultimi due secoli, e specialmente nelle società più industrializzate, c'è stata una riduzione del numero di individui impegnati in agricoltura. Questo può essere spiegato dal fenomeno della migrazione verso le città. Nonostante questo, i progressi tecnologici consentono la produzione di più beni agricoli con un minor numero di persone che lavorano in quest'area.

I redditi agricoli sono piuttosto fluttuanti in base ai cicli economici, il che implica un costante intervento degli Stati in relazione ai prezzi agricoli.

Un agricoltore è una persona impegnata in agricoltura, che sia proprietario, affittuario o amministratore di un'azienda agricola, senza la necessità di studi specifici, dal momento che gli studi agricoli non sono un prerequisito per l'esercizio di quella professione.

Agricoltura familiare

Non è facile concettualizzare l'agricoltura familiare, perché come concetto è cambiato nel tempo. L'agricoltura familiare è vista come la coltivazione della terra da parte di una famiglia, dove gli agricoltori sono manager e lavoratori della propria terra.

Tuttavia, l'agricoltura familiare potrebbe non rappresentare una piccola produzione, un'agricoltura di piccola o di sussistenza. Molti di questi termini implicano che l'agricoltore vive in una situazione precaria, che potrebbe non corrispondere alla verità.

L'agricoltura familiare differisce dall'agricoltura di sussistenza perché in quest'ultimo tutti i prodotti sono utilizzati per la sopravvivenza del contadino e della sua famiglia. A differenza dell'agricoltura commerciale, i prodotti dell'agricoltura di sussistenza non vengono venduti.

Agricoltura biologica

Conosciuto anche come agricoltura biologica, l'agricoltura biologica si riferisce alla produzione senza l'uso di prodotti agrochimici, con l'obiettivo di ottenere prodotti naturali più sani e con una maggiore durata. In molti casi, l'agricoltura è strettamente correlata all'agricoltura sostenibile.

Agricoltura in Brasile

Considerato da molte persone il granaio del mondo, il Brasile è uno dei maggiori produttori agricoli del mondo, con i prodotti principali come canna da zucchero, caffè, soia e mais. L'agricoltura è una delle basi principali dell'economia brasiliana, dove nel 2008 sono stati prodotti oltre 145 milioni di tonnellate di grano.

A luglio 2013, dei 41mila posti di lavoro creati dal Brasile, 18mila sono stati generati nel settore dell'agricoltura.

Categorie Popolari

Top