Raccomandato, 2019

Scelta Del Redattore

Definizione comunismo

Cos'è il comunismo:

Il comunismo è una dottrina sociale secondo la quale si può e si deve ripristinare quello che viene chiamato lo "stato naturale", in cui tutte le persone avrebbero lo stesso diritto a tutto, attraverso l' abolizione della proprietà privata . Nel diciannovesimo e ventesimo secolo il termine fu usato per qualificare un movimento politico.

Questa parola ha origine nel latino communis, che significa comune.

Come è nato il comunismo?

Il comunismo ha il suo fondamento teorico nelle teorie dello stato dei sofisti greci e nella "Repubblica" di Platone, perché la Grecia antica prevedeva la formazione di una società in cui le classi sociali non esistessero. Ma il comunismo presto trovò critici aspri, come Aristotele.

Il comunismo ha continuato a farsi sentire in molti movimenti settari in seguito, come nel caso di Thomas Münzer e degli Anabattisti, nelle sette puritane del Nord America nel diciassettesimo e diciottesimo secolo, ma con l'assunto che "l'amore per il prossimo" deriverebbe da una regolamentazione pubblica, che era esattamente l'opposto del pensiero cristiano.

Così, la dottrina comunista cominciò ad essere ispirata principalmente da una filosofia di tutela dello stato. Per questo motivo è riapparso nelle utopie politiche del XVI e XVII secolo.

La grande rianimazione del comunismo o del socialismo (termini usati nei primi momenti di indistinto come sinonimi), all'inizio del XIX secolo, è legata alla rivoluzione industriale.

Gli abusi del capitalismo e del liberalismo economico, commessi dalla trasformazione dell'economia e dell'industria, hanno provocato un movimento critico che in molti casi è legato alle idee comuniste.

Simboli del comunismo

La falce, il martello e la stella a cinque punte sono simboli universalmente usati del comunismo. La falce rappresenta gli operai del campo e il martello rappresenta i lavoratori delle industrie.

La stella a cinque punte può rappresentare i cinque continenti del mondo. Un'altra teoria spiega che la stella rappresenta i gruppi che formano la società comunista: operai, operai del campo, intellettuali, giovani ed esercito.

Già lo sfondo rosso usato in tutta la simbologia comunista è legato alla rappresentazione dell'ideale della rivoluzione del comunismo.

Molti paesi comunisti hanno adottato l'uso di questi simboli nelle loro bandiere ufficiali, come Cina, Vietnam, Corea del Nord e Angola.

Comunismo moderno

Il comunismo moderno viene prima espresso come una dottrina attraverso il marxismo, poi il marxismo-leninismo e in parte il maoismo marxista. Fondamentalmente è una dottrina rivolta all'uguaglianza della maggioranza.

Secondo Karl Marx e Friedrich Engels (che scrisse il Manifesto del Partito Comunista del 1848), il comunismo del XX secolo considera la storia, dall'antichità, come il susseguirsi di lotte tra classi lavoratrici e non possedute e classi sfruttatrici. Queste classi sfruttatrici non funzionano o funzionano poco ma hanno i mezzi materiali di produzione.

Manifesto del Partito comunista

Il Manifesto dei comunisti fu pubblicato nel 1848. Fu scritto da Karl Marx e Friedrich Engels, considerati i fondatori del socialismo scientifico. Nel documento vengono presentati i principali ideali comunisti e vengono descritte e analizzate le forme del socialismo: reazionario, conservatore e utopico.

Il manifesto è una critica di come la società è stata organizzata in termini di capitalismo e contiene critiche nei confronti della borghesia come classe sociale oppressiva, specialmente in relazione all'organizzazione della società nel periodo della rivoluzione post-industriale.

Il manifesto presenta anche le differenze tra borghesia e classe lavoratrice (proletariato) e la relazione tra il proletariato e le parti del tempo.

Uno degli scopi del Manifesto è dimostrare che la classe operaia è in grado di unirsi per rivoluzionare e cambiare la sua situazione di classe oppressa dalle idee capitaliste e dalla società borghese.

Nel Manifesto sono difese idee come:

  • fine della proprietà privata sulla terra,
  • fine dei diritti relativi all'eredità,
  • consegna dei mezzi di produzione al controllo statale.

Karl Marx e Friedrich Engels

Che cosa significa la dottrina comunista?

Il comunismo afferma che le condizioni di vita dell'uomo (specialmente economiche) determinano la sua coscienza e ritiene che lo sviluppo della capacità produttiva, grazie alla tecnica e alla scienza, inneschi un'evoluzione in cui la società schiavista cederebbe alla società feudale.

Dopo di ciò, la società feudale dovrebbe cedere il passo alla società borghese e infine alla società socialista.

Comunismo e lotta di classe

Secondo questa dottrina, l'ultimo culmine della lotta di classe è la lotta della classe proletaria contro la borghesia. Questa lotta porterebbe alla fine della società borghese, alla scomparsa delle classi e alla loro sostituzione da parte di una società socialista o comunista.

Con la fine della separazione della società in classi sociali verrebbe stabilita la società comunista, tornando allo "stato naturale" desiderato dai difensori della dottrina comunista.

Questa lotta sarebbe avvenuta a livello internazionale, poiché anche la borghesia si è organizzata a livello internazionale, i legami di classe sarebbero stati più importanti delle realtà nazionali. In questo modo la classe operaia di un paese ha più responsabilità nei confronti della classe operaia di un altro paese che non nei confronti dei propri cittadini.

Differenze tra comunismo e socialismo

Spesso le espressioni comunismo e socialismo sono usate come sinonimi, il che non è corretto. Tuttavia, i due concetti rappresentano ideologie con alcune somiglianze, poiché rappresentano una forma di protesta o un'alternativa al capitalismo.

Molti autori in favore del comunismo descrivono il socialismo come un passo verso il comunismo, che organizzerebbe la società in modo diverso, eliminando le classi sociali e estinguendo lo stato di oppressione.

Anche il comunismo e il socialismo giocano un ruolo diverso. Mentre il socialismo prevede un graduale cambiamento della società e un allontanamento dal capitalismo, il comunismo ha inteso una differenziazione più brusca e spesso usa il conflitto armato come metodo di azione.

Vedi il significato di Socialismo scientifico, socialismo marxista e conosci 7 caratteristiche del socialismo.

Principali caratteristiche del comunismo

Sono le caratteristiche principali della dottrina comunista:

  • i mezzi di produzione sono socializzati, appartengono a tutti,
  • il risultato di ciò che viene prodotto è diviso tra tutti i membri della società,
  • la produzione dovrebbe essere appena sufficiente per il mantenimento della società,
  • non esiste un concetto di proprietà privata.

Ci sono molte false interpretazioni e deduzioni sul comunismo. Ad esempio, la reale crescente concentrazione di capitale non ha eliminato le dinamiche rilevanti delle piccole imprese, e l'importanza del sistema di produzione non ha dato origine all'importanza degli attori coinvolti in esso, ma piuttosto al ruolo crescente del settore di mercato.

Anche le dinamiche sociali associate alle concezioni comuniste non si sono dimostrate accurate, al contrario, è un errore considerare che le nazioni industrialmente sviluppate sarebbero le prime a condurre una rivoluzione socialista. Anche l'idea che i lavoratori industriali siano ovunque la forza trainante del movimento rivoluzionario è errata.

Scopri di più sulle caratteristiche del comunismo.

Comunismo in Brasile

Il Partito Comunista del Brasile, fondato a Rio de Janeiro nel marzo 1922, era di grande importanza per il Brasile, come emerse da diversi partiti che promuovevano la politica brasiliana.

Nel suo inizio e più o meno fino all'anno 1935, il Partito Comunista ha dovuto combattere contro l'anarchismo per la leadership sindacale.

Per lungo tempo il Partito Comunista fu interdetto a funzionare e quindi dovette operare clandestinamente. Per questo motivo è stato creato il Blocco dei lavoratori contadini, con l'obiettivo di partecipare alle elezioni.

Vedi anche il significato di Anarchia e conosci alcune caratteristiche di una persona anarchica.

L'emergere di partiti comunisti

Ad un certo punto il comunismo è stato rivendicato dai partiti comunisti, che hanno rivelato grande combattività nelle rivoluzioni in Germania, Austria e Ungheria nel 1918. Tra gli anni 1917 e 1921 furono fondati quasi tutti i partiti comunisti che furono importanti nella storia :

  • Partito comunista tedesco (alla fine del 1918 e all'inizio del 1919),
  • Partito comunista francese (1920),
  • Partito comunista dell'Indonesia (1920),
  • Partito Comunista Italiano (1921)
  • Partito comunista cinese (1921).

Al momento non esiste una centralizzazione nel mondo comunista come negli anni Trenta e Quaranta e allo stesso modo, oggi i partiti comunisti non sono più la forza politica più rivoluzionaria.

Paesi comunisti al momento

Oggigiorno alcuni paesi sono classificati come nazioni comuniste. Esempi sono Cina, Cuba, Corea del Nord e Vietnam.

Ma è importante essere consapevoli che il comunismo adottato in questi paesi non è interamente il comunismo previsto dalla teoria della dottrina. Nella maggior parte di questi paesi gli ideali del comunismo si sono adattati alle caratteristiche del capitalismo contemporaneo.

Le caratteristiche più sorprendenti della dottrina comunista in questi paesi sono in relazione alle politiche economiche e alla capacità produttiva. Cuba può essere usata come esempio del paese che più si è avvicinato alla totalità della dottrina comunista nella pratica.

Scopri di più sui significati di Falce e martello e sul Manifesto comunista.

Comunismo primitivo

Secondo alcuni autori, il comunismo primitivo è il modo di vivere che esisteva fin dalla preistoria . Quando furono create le prime tribù, le proprietà furono condivise da tutti, così come i mezzi di produzione e distribuzione. Le attività per ottenere cibo sono state fatte in comune.

In questo modo, il comunismo primitivo era essenziale per lo sviluppo della società umana, creando legami nella comunità e facilitando la sopravvivenza, che era essenziale a causa di condizioni avverse.

Inoltre, il comunitarismo cristiano della Chiesa primitiva (rivelato nella Bibbia nel libro degli Atti degli Apostoli) è talvolta visto come una forma di comunismo, perché presenta alcuni degli stessi principi come il disinteresse per i beni materiali e un amore generalizzato per il prossimo .

Vedi anche il significato di comunista, comunismo e socialismo.

Categorie Popolari

Top