Raccomandato, 2020

Scelta Del Redattore

Definizione Danno visivo

Cos'è il danno visivo:

La menomazione visiva è caratterizzata da compromissione totale o parziale della capacità visiva di uno o entrambi gli occhi, che non possono essere corretti o migliorati con l'uso di lenti o con trattamenti clinici o chirurgici.

Questo tipo di deficit può essere causato in due modi: il primo è congenito, come alcune malformazioni oculari e alcune malattie dell'occhio ereditarie, come il glaucoma.

Questi ultimi possono essere acquisiti, come il trauma oculare, la degenerazione senile della cornea e anche i cambiamenti correlati all'ipertensione arteriosa o al diabete possono essere causa di compromissione della vista.

Può essere identificato osservando azioni come la deviazione degli occhi, il riconoscimento non visivo di oggetti e persone, il raggiungimento basso e lo sviluppo ritardato.

Di solito, può essere diviso in due gruppi principali:

  • Il gruppo di ipovisione o ipovisione quando la perdita è lieve, moderata, grave o profonda e provoca una riduzione delle risposte visive, anche dopo il trattamento e / o la correzione ottica;
  • Gruppo di cecità, quando c'è totale assenza di risposta visiva.

La diagnosi di deficit visivo può essere fatta molto presto, tranne nei casi di malattie degenerative come la cataratta e il glaucoma, che si evolvono nel corso degli anni.

Tipi di disabilità visive

Secondo i criteri dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), diversi gradi di disabilità visiva possono essere classificati in:

Ipovisione

Questa classificazione include anche gradi miti, moderati o profondi. Può essere compensato con l'uso di lenti d'ingrandimento, lenti d'ingrandimento, telescopi e con l'ausilio di bastoni da passeggio e l'allenamento di orientamento.

Vicino alla cecità

Quando la persona è ancora in grado di distinguere luce e ombra nel campo visivo, ma già utilizza il sistema Braille per leggere e scrivere e utilizza la funzionalità vocale per accedere ai programmi elettronici e digitali. Queste persone si muovono con l'ausilio di un bastone da passeggio e hanno bisogno di orientamento e formazione sulla mobilità.

cecità

Quando in realtà non c'è percezione di luce e ombra. In questi casi, il sistema braille, l'uso del bastone da passeggio e l'orientamento e l'allenamento della mobilità sono fondamentali.

Carenza visiva a scuola

Nell'ambiente scolastico, la scuola stessa può consigliare a genitori e tutori di cercare di sottoporsi al test di screening della disabilità visiva per gli studenti.

Questo esame è consigliato ogni qualvolta si notano comportamenti legati alla difficoltà di lettura, mal di testa e difficoltà di apprendimento attraverso la vista.

Quando allo studente viene già diagnosticata una qualche forma di disabilità visiva, lui o lei ha il diritto di utilizzare materiali adattati come libri in Braille e altre risorse per aiutarli ad apprendere correttamente.

L'alfabetizzazione in braille nei bambini con totale cecità o gradi gravi di disabilità visiva è simultanea con il processo di alfabetizzazione di altri bambini a scuola, ma con il supporto essenziale dell'Assistenza educativa specializzata (AEE).

Secondo il decreto 6.571, datato 17 settembre 2008, lo Stato ha il dovere di offrire supporto tecnico e finanziario in modo che l'assistenza specialistica per gli studenti con disabilità sia presente in tutto il sistema scolastico pubblico. Ma spetta al direttore della scuola e ai segretari dell'istruzione amministrare e richiedere risorse per questo scopo.

Vedi anche il significato di Disabilità e Disabilità Intellettuale.

Categorie Popolari

Top