Raccomandato, 2019

Scelta Del Redattore

Definizione immigrante

Cos'è l'Immigrante:

Gli immigrati sono quelli che emigrano, cioè coloro che entrano in un paese straniero, con lo scopo di risiedere o lavorare. L'immigrato è visto dal punto di vista del paese ospitante, è l'individuo che viene dall'estero.

Ad esempio: il Brasile ha ricevuto un gran numero di immigrati da Haiti in cerca di alloggi e lavoro.

Il termine "immigrato" è inappropriato riferirsi a movimenti migratori interni o interregionali, vale a dire quelli effettuati all'interno degli stessi confini politici.

L'immigrato deve rimanere legalmente all'interno del territorio scelto, deve seguire le "leggi sull'immigrazione" stabilite in ogni paese.

Immigrazione ed emigrazione

L'immigrazione e l'emigrazione sono movimenti di popolazione nell'ambito internazionale. Immigrazione significa l'ingresso di individui o gruppi, considerati dal punto di vista del paese ricevente.

Il termine immigrazione si applica solo alle persone che intendono stabilire una residenza permanente nel paese adottivo, partecipando alla vita sociale.

L'emigrazione è l'esodo di individui o gruppi, considerati dal punto di vista del paese di origine. In ambito sociologico, l'emigrazione consiste nell'abbandono volontario del paese d'origine, per ragioni politiche, economiche, religiose, ecc.

Ad esempio: il gran numero di emigranti che lascia Haiti è una conseguenza dell'instabilità politica, dell'economia decadente e del grande terremoto che ha devastato Haiti.

Immigrati in Brasile

Il fenomeno dell'immigrazione in Brasile cominciò ad essere più significativo nel 1808, con l'avvento della famiglia reale e l'apertura dei porti. Più tardi, nel 1850, il numero degli immigrati aumentò quando cessò il commercio degli schiavi. La maggior parte di questo arrivo di immigrati nel paese era legato alla necessità di manodopera per le piantagioni di caffè ed era un'iniziativa dello stato o di individui privati, principalmente agricoltori.

I principali gruppi di immigrati arrivati ​​in Brasile durante questo periodo erano portoghesi, italiani, spagnoli, giapponesi, tedeschi, slavi e siriani-libanesi.

Nel 1934, l'immigrazione diminuì drasticamente, principalmente a causa della Costituzione, che stabilì misure restrittive per l'arrivo degli stranieri.

Categorie Popolari

Top