Raccomandato, 2019

Scelta Del Redattore

Definizione Oxossi

Cos'è Oxóssi:

Oxóssi è una divinità delle religioni africane, anche conosciuta come orixá, che rappresenta la conoscenza e le foreste.

Di solito è rappresentato dalla figura di un uomo che tiene tra le mani un arco e una freccia, ed è quindi considerato una specie di guardiano.

Per le religioni africane come Umbanda e Candomblé, Oxóssi è molto legato alla natura, esaltando sempre tutto ciò che può darci, secondo le necessità umane. Per questo motivo è anche conosciuto come l'orixá della caccia, dell'abbondanza e del sostentamento.

Nell'Africa antica, Oxóssi era considerato il guardiano dei cacciatori, perché avevano la responsabilità di portare sostentamento alla tribù. Oggi, protegge tutti coloro che escono di casa ogni giorno per lavoro, come è da questo sforzo che viene dal sostegno delle famiglie.

Oxóssi è anche considerato un orixá di contemplazione, amante delle arti e cose belle, essendo anche un cacciatore di axé, alla ricerca di buone influenze e energie positive per un ilé, spazio in cui si realizzano le celebrazioni pubbliche in Candomblé.

I seguaci di questa entità spirituale sono conosciuti come "figli di Oxóssi" e, secondo la religione, sono dotati di alcune caratteristiche che definiscono il loro comportamento e fanno riferimento all'Orixá.

Le persone considerate figlie di Oxóssi sono considerate, secondo l'interpretazione di questa credenza, abbastanza piacevoli, allegre e comunicative, oltre ad essere una grande compagnia.

L'elemento di Oxóssi è la terra e la libertà di espressione. Di solito, il tuo saluto è "oké arô" o semplicemente "okê" .

Vedi di più su Axé.

Storia di Oxóssi

Nella storia degli dei africani, Oxóssi è il figlio di Oxalá e Yemanjá e il suo nome deriva da Yoruba, in particolare lingua africana, che significa "guardiano popolare".

È considerato il re di Ketu, perché ha liberato la popolazione di uno degli uccelli di Eleyé (uccelli che hanno spiriti maligni), riuscendo a rompere un incantesimo che ha lanciato su quella gente.

Secondo la leggenda, Oxóssi non ha bisogno di più di una freccia per raggiungere il suo obiettivo e per questo motivo viene anche chiamato Otokan Soso .

Vedi di più su Oxalá e Iemanjá.

Oxóssi e il sincretismo nella chiesa cattolica

Nelle tradizioni della chiesa cattolica, l'orixá Oxóssi è sincretizzato con São Sebastião, che viene onorato il 20 gennaio.

Tuttavia, nello stato di Bahia, è anche sincretizzato con San Giorgio, un santo riconosciuto per la forza e l'artiglio, e per affrontare tutto ciò che ci attende.

Vedi anche il significato di Candomblé e Umbanda.

Messaggi Popolari, 2019

Categorie Popolari

Top