Raccomandato, 2019

Scelta Del Redattore

Definizione darvinismo

Cos'è il darwinismo:

Il darwinismo è il nome dato all'insieme di studi e teorie del naturalista britannico Charles Darwin (1809 - 1882), considerato il "padre della teoria dell'evoluzione".

Il darwinismo, o anche conosciuto come evoluzionismo, sorse in opposizione all'idea del creazionismo, che afferma che tutte le creature viventi sulla Terra nacquero da una creazione di Dio.

La dottrina darwiniana afferma che gli ambienti "selezionano" gli organismi più adatti per abitare in un dato luogo, che Darwin chiamava " selezione naturale ".

Le specie che sono idonee o più facilmente in grado di sopravvivere in determinati ambienti si moltiplicano, si evolvono e i loro discendenti saranno i dominatori di quella regione. Gli organismi che non sono in grado di adattarsi all'ambiente in cui sono inseriti, saranno estinti.

La capacità riproduttiva degli organismi, secondo le osservazioni di Darwin, è maggiore della capacità dell'ambiente di fornire condizioni favorevoli per il sostentamento, come cibo e riparo, per esempio.

Con questa osservazione e gli esperimenti scientifici, Darwin ha concluso che nella "lotta eterna" per la sopravvivenza, ci sono sempre state variazioni tra le specie che offrono maggiore facilità di sopravvivenza rispetto ad altre. Questi fattori aiutano la propagazione di questi organismi più adattati, eliminando quelli deboli.

Scopri di più sul significato dell'Evoluzionismo.

Darwinismo e neodarwinismo

In tempi moderni, molti naturalisti parlano del neodarwinismo come un "adattamento" della teoria dell'evoluzione di Darwin.

Il neodarwinismo, noto anche come Teoria sintetica o Mutualismo, è emerso dalle scoperte di geni e DNA umano e afferma che le mutazioni genetiche e la selezione naturale funzionano solo come un mezzo per nuove specie di esseri viventi che emergono sulla Terra.

Darwinismo sociale

Il darwinismo sociale è un pensiero sociologico emerso tra la fine del diciannovesimo e l'inizio del ventesimo secolo, che tentava di spiegare l'evoluzione della società umana basata sulla teoria dell'evoluzione proposta da Charles Darwin.

Il darwinismo sociale credeva che esistessero società umane superiori agli altri, e che dovevano "dominare" gli inferiori con lo scopo di "civilizzarli" e aiutarli nel loro "sviluppo".

I pensatori del filo-darwinismo sociale sostenevano che le popolazioni europee, per esempio, avevano capacità evolutive superiori per il popolo africano, a causa della rivoluzione tecnologica e scientifica che stava avvenendo in Europa. Così, gli altri popoli sarebbero condizionati agli "esseri primitivi", non possedendo la capacità per il progresso dell'umanità.

Questo concetto è stato ampiamente utilizzato per cercare di spiegare la povertà durante il periodo post-rivoluzione industriale. Coloro che sono rimasti o sono diventati poveri sarebbero stati i meno idonei nella linea evolutiva, secondo il darwinismo sociale .

Vedi anche il significato di evoluzionismo sociale.

Messaggi Popolari, 2019

Categorie Popolari

Top