Raccomandato, 2020

Scelta Del Redattore

Definizione coercitivo

Cos'è il coercitivo:

Coercitive è una parola che ha il significato di forza o costringe . L'uso principale dell'espressione è un riferimento a un dato ordine o una misura richiesta che deve essere soddisfatta, anche con l'uso della forza.

Il termine coercitivo può anche rappresentare l'esistenza di oppressione o coercizione in una situazione o comportamento.

Sono i sinonimi più comuni della parola: costretti, obbligati, oppressi, repressivi, autoritari, oppressivi, forzati, obbligatori e obbligatori. Possono essere dei contrari di coercizione: permessi, rilasciati e rilasciati.

La guida coercitiva è la guida obbligatoria di qualcuno, di solito effettuata dalla polizia. Questa guida forzata è chiamata coercività ed è una delle caratteristiche del potere della polizia.

Un ordine di guida coercitivo viene utilizzato quando un investigatore o testimone non rispetta l'ordine di apparire per un interrogatorio, una testimonianza o altro atto che è stato determinato dal giudice o dall'ufficiale di polizia.

Vedi di più su Guida coercitiva.

Il controllo coercitivo è un'espressione legata alla psicologia e significa controllo del comportamento di un'altra persona. Questo controllo può essere nella relazione tra genitori e figli ( controllo parentale) o in altre relazioni familiari e affettive.

Potere coercitivo

Il potere coercitivo dello Stato è un'espressione ampiamente utilizzata dalla legge e si riferisce all'obbligo di rispettare le leggi e le regole sociali che sono determinate dallo Stato.

Già il potere coercitivo dei fatti sociali è stato studiato dal filosofo Émile Durkheim. Per Durkheim, i fatti sociali hanno una forte influenza sul comportamento, gli atteggiamenti e il pensiero delle persone che vivono in una società.

Di conseguenza, molti comportamenti derivano dalla ripetizione di modelli stabiliti e ripetuti dai fatti sociali e dalla cultura di un luogo.

Vedi anche il significato di coercizione.

Categorie Popolari

Top