Raccomandato, 2020

Scelta Del Redattore

Definizione parotite

Cos'è Caxumba:

La tosse, nota anche come parotidite, è una malattia virale trasmissibile acuta causata dal virus Paramyxovirus, caratterizzato da febbre e ingrossamento di una o più ghiandole salivari, solitamente la ghiandola parotide.

L'uomo è l'unico ospite naturale di parotite e il 30-40% delle persone infette non mostra sintomi di infezione e svolge un ruolo importante nella diffusione della malattia.

La trasmissione della parotite avviene attraverso il contatto diretto con una persona infetta attraverso le goccioline di secrezione respiratoria dall'orofaringe.

Gli orecchioni sono generalmente suscettibili, cosmopoliti e endemici nei grandi centri, ma con una tendenza verso manifestazioni epidemiche nelle scuole e nelle istituzioni in cui vi è un gruppo di adolescenti e adulti.

Circa il 20-30% degli uomini adulti infetti ha un'orchite (infiammazione dei testicoli), mentre nelle donne può verificarsi l' ooforite (infiammazione delle ovaie in circa il 5% dei casi).

Spesso il sistema nervoso centrale viene colpito sotto forma di meningite asettica, ma quasi sempre senza sequele. Altri sintomi che possono insorgere sono dolore locale, mal di testa e mal di gola. I casi di encefalite sono rari.

Una forma di prevenzione della parotite è attraverso la vaccinazione di individui considerati sensibili, con il vaccino triplo virale (morbillo, parotite e rosolia), in cui la prima dose viene somministrata nel primo anno di vita e la seconda dose a 15 mesi, con il vaccino Tetraviral (morbillo, parotite, rosolia e varicella).

Sono considerati suscettibili:

  • Hanno meno di due dosi di vaccino contro la parotite documentate somministrate dopo il primo anno di vita e con un intervallo minimo di 30 giorni tra di loro;
  • Non hanno documentazione della diagnosi della malattia da parte del medico;
  • Mancano di documentazione di laboratorio sull'immunità (isolamento virale e / o sierologia).

Nonostante un rapido, efficace e rapido blocco del vaccino, alcuni casi possono ancora verificarsi tra i vaccinati già infetti entro 3 settimane dalla vaccinazione.

Categorie Popolari

Top