Raccomandato, 2020

Scelta Del Redattore

Definizione Caratteristiche del realismo

Il realismo fu un movimento artistico emerso in Francia nel diciannovesimo secolo, durante il periodo della rivoluzione industriale, che ebbe una grande influenza sulla produzione artistica di questo periodo. Successivamente il movimento ha raggiunto altri paesi in Europa e in Brasile.

Il realismo ha avuto manifestazioni artistiche in diverse aree, come l'architettura, il teatro e la scultura. Ma era nella pittura e nella letteratura che il movimento aveva più espressione.

Conoscere le caratteristiche più sorprendenti del realismo:

1. Rappresentava problemi sociali e disuguaglianze

Condividi Tweet Tweet

Questa è una delle caratteristiche più sorprendenti di questo movimento artistico. Il lavoro prodotto in questo periodo dipingeva la realtà della vita nella società . Le trasformazioni sociali e politiche che si sono verificate nei periodi e le disuguaglianze sociali emerse da questo erano i temi più presenti nel realismo.

La preoccupazione per la ritrattazione della realtà era il risultato del momento storico del movimento, sorto durante il periodo dell'industrializzazione, nella rivoluzione industriale.

Una delle grandi conseguenze di questo periodo fu la chiara divisione tra classe borghese e classe operaia (proletariato). Dall'industrializzazione in poi, i lavoratori hanno iniziato a lasciare il lavoro nelle campagne per cercare lavoro nelle fabbriche nelle grandi città.

Nello stesso tempo in cui la borghesia ha cominciato a vivere meglio con l'aumento della produzione, i lavoratori vivevano in condizioni di vita precarie e con bassi salari nelle città.

Gustave Courbet (1819-1877), Jean-François Millet (1814-1875) e Théodore Rousseau (1812-1867) furono alcuni dei pittori che ritrassero la realtà sociale nelle sue opere.

2. Era una forma di opposizione al Romanticismo

Il realismo, come suggerisce il nome, ha mostrato gli aspetti più reali degli eventi e delle persone. Per essere emerso dopo il periodo del romanticismo ha chiarito la differenza che esisteva tra questi due movimenti artistici.

A differenza del romanticismo, che aveva caratteristiche più soggettive, il realismo era molto più obiettivo e mirava a ritrarre la realtà nel modo più autentico possibile. Non c'erano idealizzazioni così straordinarie nel romanticismo. Gli eroi romantici e da sogno, idealizzati ed esaltati nel periodo del romanticismo, hanno dato il posto al protagonista delle persone più comuni e reali.

Le differenze in relazione al romanticismo erano molto chiare, sia nella pittura che nelle opere letterarie. Il più grande impegno era dimostrare la realtà della vita nella società e l'umanità dei personaggi ritratti.

Scopri di più sul Romanticismo e le caratteristiche del Romanticismo.

3. Criticato la Chiesa cattolica e la borghesia

Un'altra caratteristica molto presente nel realismo è la critica rivolta principalmente alla borghesia e alla Chiesa cattolica.

Poiché il realismo era un movimento più attento alla realtà e all'analisi critica della società, il comportamento della borghesia fu anche molto criticato nel lavoro prodotto durante quel periodo. La critica principale era l'arricchimento borghese che era il risultato dello sfruttamento del proletariato.

Allo stesso modo, la dottrina e alcune posizioni della Chiesa cattolica divennero un argomento molto presente nell'opera del periodo.

4. Analisi più psicologica del comportamento umano

Condividi Tweet Tweet

Nel realismo, soprattutto nella letteratura, cominciarono ad essere esibite le caratteristiche psicologiche dei personaggi, che conferivano loro una personalità più reale. Sono stati dimostrati gli aspetti più reali, come i difetti, le qualità, i dubbi e le debolezze comuni a qualsiasi essere umano.

Anche i problemi nelle relazioni tra persone, i conflitti morali e quelli personali erano molto presenti nella letteratura realistica.

Questa caratteristica è segnata principalmente dalla presenza di un narratore, spesso in terza persona, che presenta le caratteristiche e i conflitti emotivi vissuti dai personaggi. Inoltre, l'uso quasi eccessivo del dettaglio nella descrizione dei personaggi e delle situazioni ha dato un aspetto più reale ai comportamenti descritti.

Vengono prese in considerazione le prime opere letterarie che rappresentano il realismo: Madame Bovary (del francese Gustave Flaubert) e Memories Posthumous di Brás Cubas (di Machado de Assis).

5. Vista scientifica degli eventi

Il realismo corrisponde a un periodo in cui vi erano grandi progressi nel campo della scienza e della tecnologia e questo rifletteva molto nell'arte che fu prodotta all'epoca. La teoria evolutiva creata da Charles Darwin e l'emergere di motori a vapore sono esempi.

In questo modo, la visione più critica della società, dai progressi registrati all'epoca, divenne una presenza costante nel realismo. La visione dell'evoluzione della scienza e della ricerca ha influenzato l'osservazione più critica degli eventi sociali e politici per la società.

Inoltre, il realismo rappresentava l'influenza dei progressi tecnologici nella società, come il declino e il peggioramento delle condizioni di lavoro dall'ingresso delle macchine nelle linee di produzione, che era una forte conseguenza della rivoluzione industriale.

Scopri di più sul realismo.

Categorie Popolari

Top