Raccomandato, 2020

Scelta Del Redattore

Definizione Standard ABNT per lavori accademici

L'Associazione brasiliana degli standard tecnici - ABNT, tra gli altri compiti, è responsabile della standardizzazione della formattazione dei documenti tecnici, al fine di facilitare la loro comprensione e l'accesso alle conoscenze scientifiche.

In questo senso, ABNT ha pubblicato documenti ufficiali chiamati "Standard brasiliani - NBR" che formano un insieme di regole che devono essere seguite nella preparazione di articoli accademici, articoli scientifici e simili. Controlla qui il contenuto di questi standard.

Struttura generale

La struttura generale per la formattazione dei documenti accademici è fornita in NBR 14724/2005, che inizia con il seguente schema:

strutturaelementi
Pre-testuali
  • copertura
  • Spine (opzionale)
  • Copertina
  • Errata (opzionale)
  • Foglio di approvazione
  • Dedizione (opzionale)
  • Grazie (opzionale)
  • Epigraph (opzionale)
  • Sommario in lingua volgare
  • Riassunto in lingua straniera
  • Elenco di illustrazioni (facoltativo)
  • Elenco di tabelle (facoltativo)
  • Elenco delle abbreviazioni e degli acronimi (facoltativo)
  • Elenco simboli (facoltativo)
  • Sommario
testuale
  • introduzione
  • sviluppo
  • conclusione
Post-testuali
  • riferimenti
  • Glossario (facoltativo)
  • Appendici (facoltativo)
  • Allegati (opzionale)
  • Indice (facoltativo)

Il lavoro dovrebbe contenere, almeno, tutti gli elementi obbligatori della tabella sopra. Le opzioni sono a discrezione dell'autore dell'opera o dell'istituzione educativa.

Indipendentemente dal numero di elementi inseriti nel lavoro, tutti devono essere posizionati nello stesso ordine mostrato nella tabella.

Vedi esempi di formattazione per tutti gli elementi di cui sopra.

Regole generali

Lo standard fornisce anche le regole generali per la formattazione di documenti accademici. Queste regole dovrebbero essere applicate a tutti gli elementi del lavoro, ad eccezione di quelli con regole specifiche contrarie (che saranno menzionate di seguito).

formato

Come regola generale, i documenti devono essere presentati in carta bianca e A4 (21 cm x 29, 7 cm). Il contenuto deve essere inserito solo sul fronte (anteriore) dei fogli, ad eccezione del foglio di copertina, che conterrà sul retro il foglio di catalogazione.

fonte

Il carattere utilizzato nell'intero lavoro sarà la dimensione 12. Tuttavia, lo standard prevede che i seguenti elementi debbano essere digitati in dimensioni più piccole e non specificate:

  • citazioni di più di tre linee
  • Le note
  • paginatura
  • didascalie di illustrazioni e tabelle

spaziatura

La spaziatura dell'intero testo sarà 1.5, ad eccezione dei seguenti elementi, che dovrebbero adottare una spaziatura semplice :

  • citazioni di più di tre linee
  • Le note
  • paginatura
  • didascalie di illustrazioni e tabelle
  • natura, scopo e nome dell'istituzione (presente sul frontespizio)
  • foglio di catalogo (presente sul retro della copertina)

margini

La dimensione dei margini sarà:

  • 3 cm a sinistra e margini superiori
  • 2 cm per i margini destro e inferiore

paginatura

A partire dalla copertina, tutti i fogli devono essere contati, ma la numerazione inizia solo sul primo foglio della voce di lavoro. Pertanto, il numero di fogli negli elementi pre-testuali (vedi tabella sopra) definirà il numero della prima pagina numerata.

citazioni

Le regole di citazione sono fornite in NBR 10520/2002. Secondo lei, le citazioni devono contenere le informazioni necessarie per identificare la fonte consultata e obbediranno alle seguenti regole:

  • se l'indicazione dell'autore di origine è composta da parentesi, sarà in lettere maiuscole e minuscole [Ad esempio: "... come ha detto Albert Einstein."]
  • se l'indicazione dell'autore della fonte è fatta tra parentesi, lo stesso sarà solo in lettere maiuscole. [Es: "L'immaginazione è più importante della conoscenza." (Einstein)]
  • se la citazione ha più di 3 linee, deve obbedire a un rientro di 4 cm dal margine sinistro, essere distanziate singole e la dimensione del carattere deve essere minore del resto del testo
  • Le citazioni tra virgolette devono essere fatte all'interno di virgolette singole [Es: "... Einstein ha detto che" l'immaginazione è più importante della conoscenza "prima di dire che ..."]

Ecco alcuni esempi di citazioni.

Elementi pre-testuali

copertura

La copertina sarà composta da:

  • nome dell'istituzione educativa (facoltativo)
  • nome dell'autore
  • titolo e sottotitolo del lavoro
  • numero di volumi (se più di uno)
  • luogo e anno di presentazione

spina dorsale

La colonna vertebrale dovrebbe contenere:

  • titolo di lavoro
  • nome dell'autore
  • informazione che caratterizza il lavoro (es. Volume 02)

Tutte queste informazioni dovrebbero essere stampate nella stessa direzione della colonna vertebrale.

Copertina

Sulla copertina appariranno gli stessi elementi di copertina, con le seguenti aggiunte:

  • natura e scopo del lavoro
  • identificazione degli esaminatori
  • foglio del catalogo stampato sul retro

Queste ultime tre informazioni dovrebbero adottare una spaziatura semplice .

errore di stampa

L'errata mostrerà il riferimento del lavoro e l'identificazione dell'errore con la sua correzione corretta.

Foglio di approvazione

Il foglio di approvazione deve includere:

  • nome dell'autore,
  • titolo, sottotitolo, natura e scopo del lavoro
  • data di approvazione
  • nota (opzionale)
  • firma dei valutatori.

Dedizione, grazie ed epigrafi

Le dediche, i riconoscimenti e le epigrafi non hanno regole specifiche.

sommari

Le regole relative agli abstract sono in NBR 6028/2003. Lo standard prevede che l'abstract dovrebbe essere una breve presentazione del lavoro (un singolo paragrafo), citandone obiettivi, metodi e conclusioni. Sotto, le parole chiave, che sono i termini centrali contenuti nell'astratto, devono essere evidenziate, in grado di trasmettere l'idea principale dell'opera.

L'abstract in una lingua straniera sarà la traduzione fedele del sommario in lingua volgare. Allo stesso modo, le parole chiave saranno anche tradotte.

Elenco di illustrazioni, tabelle, abbreviazioni, acronimi o simboli

Gli elenchi di illustrazioni, tabelle, abbreviazioni, acronimi o simboli dovrebbero elencare i loro articoli nell'ordine in cui appaiono al lavoro, identificando il numero di pagina (nel caso di illustrazioni e tabelle) e il loro significato (per abbreviazioni, acronimi e simboli).

Sommario

NBR 6027/2003 fornisce le regole per il sommario, che dovrebbe mostrare in ordine gli argomenti e i sottoargomenti che saranno trattati nell'opera, specificando il numero di pagina di ciascuno. Questa impaginazione può essere:

  • dal numero di pagina in cui l'argomento inizia ad essere indirizzato (esempio: 14)
  • dalla gamma di pagine su cui si avvicina l'argomento, separando i numeri per trattino (esempio: 30-45)
  • dai numeri di pagina su cui è distribuito l'approccio all'argomento (esempio: 27, 35, 64 o 27-30, 35-38, 64-70)

L'abstract è l'ultimo elemento pre-testuale e non punta agli elementi che lo precedono.

Elementi post-testuali

riferimenti

I riferimenti sono regolati da NBR 6023/2002. Dovrebbero contenere tutte le informazioni necessarie per identificare le fonti, come ad esempio:

  • autore
  • titolo
  • edizione
  • editore locale
  • data di pubblicazione

I riferimenti obbligatori devono essere su un foglio esclusivo situato poco dopo il completamento al lavoro, ma possono anche comparire in note a piè di pagina, alla fine dei capitoli o prima di riassunti e recensioni.

Controlla i principali riferimenti di formattazione.

glossario

Il glossario dovrebbe contenere i termini utilizzati nel lavoro, che necessitano di una definizione. L'organizzazione delle parole dovrebbe essere in ordine alfabetico.

Appendici e appendici

Le appendici e gli allegati sono documenti che possono essere aggiunti al lavoro. NBR 14724/2005 stabilisce solo che le appendici e le appendici debbano essere presentate con lettere maiuscole, seguite da indentazione e la definizione del contenuto. (Es: APPENDICE A - Elenco degli standard ABNT)

indice

NBR 6034/2004 definisce l'indice come un "elenco di parole o frasi, ordinato secondo un determinato criterio, che individua e fa riferimento alle informazioni contenute in un testo".

Dovrebbe essere l'ultimo elemento del lavoro, e puoi ordinare i termini alfabeticamente, sistematicamente, cronologicamente e numericamente.

Leggi anche il significato di NBR.

Categorie Popolari

Top