Raccomandato, 2019

Scelta Del Redattore

Definizione Stato di benessere

Qual è lo stato sociale:

Lo stato sociale, o stato sociale, è un modello di governo in cui lo stato si impegna a garantire il benessere economico e sociale della popolazione.

Lo stato sociale è anche chiamato stato sociale, dal momento che il governo adotta misure attive per proteggere la salute e il benessere generale dei cittadini, in particolare quelli che hanno bisogno di finanziamenti.

Qual è lo scopo dello stato sociale?

L'obiettivo dello stato sociale è garantire pari opportunità ai cittadini e un'equa distribuzione della ricchezza. Inoltre, lo Stato si assume la responsabilità delle persone che non sono in grado di mantenere una vita dignitosa attraverso la distribuzione di sussidi, sovvenzioni, concessioni e altre misure.

In pratica, le caratteristiche dello stato sociale variano a seconda del governo di ciascun paese. Negli Stati Uniti, tuttavia, il termine stato sociale ha una connotazione peggiorativa che si differenzia dal resto del mondo, che significa solo "aiuto ai poveri".

Lo stato sociale può essere definito in modo ampio o stretto. L'ampio senso è poco adottato dai sociologi e consiste in ogni contributo del governo al benessere dei cittadini, come ad esempio:

  • pavimentazione di strade e marciapiedi;
  • trasporto pubblico;
  • sistema fognario;
  • raccolta dei rifiuti;
  • polizia;
  • scuole, ecc.

In senso stretto, come comunemente si avvicina, lo stato sociale è uno che stabilisce misure come:

  • assicurazione di disoccupazione;
  • pensioni per anziani;
  • congedo di maternità;
  • assistenza medica, ecc.

Come è nato lo stato sociale?

Nel contesto delle politiche sociali, lo Stato è stato storicamente classificato in tre periodi distinti:

  • Stato liberale
  • Stato sociale
  • Stato neoliberale

Lo stato sociale è inserito nel secondo momento ed è il risultato di diverse trasformazioni avvenute nel tempo. A poco a poco, i governi di tutto il mondo si sono assunti la responsabilità di garantire il benessere della popolazione attraverso misure attive.

Tra le principali cause che hanno portato alla nascita dello stato sociale sono:

Conquista dei diritti politici della classe lavoratrice

Attraverso la lotta di classe, la classe lavoratrice acquisì i diritti politici alla fine del diciannovesimo secolo, determinando la socializzazione della politica. In questo modo, la società civile ha avuto accesso al processo decisionale e l'élite ha perso il suo monopolio sullo stato.

Con la rappresentazione della classe operaia, lo stato assunse gradualmente il dovere di proteggere i propri diritti.

Rivoluzione socialista in Russia

La Rivoluzione d'Ottobre (chiamata anche rivoluzione bolscevica), avvenuta in Russia nel 1917, fu una rivoluzione socialista in cui la classe operaia costrinse le dimissioni del monarca Nicola II. Il movimento pose fine allo zarismo in Russia e diede origine all'Unione Sovietica.

L'episodio ebbe conseguenze nel modello capitalista in tutto il mondo, che iniziò a essere ripensato per evitare rivoluzioni simili. Ciò ha rafforzato l'importanza di assicurare i diritti della classe operaia.

Capitalismo monopolistico

Quando il capitalismo passò dalla fase competitiva alla fase monopolistica, il modello di stato liberale venne messo in discussione. Questo perché lo stato ha iniziato a investire in società, aumentando la velocità e la produzione, il che ha portato ad un'alta concentrazione di capitale nelle mani di pochi. Questa nuova realtà ha ostacolato l'emergere di piccole imprese e ha scosso i classici ideali liberali, facilitando la transizione verso lo stato sociale.

1929 crisi

La crisi del 1929 (conosciuta anche come la Grande Depressione) fu un periodo di forte recessione nell'economia mondiale. La crisi è stata causata dalla sovrapproduzione successiva alla prima guerra mondiale, dovuta alla necessità di rifornire il continente. Mentre i paesi europei si ristabilivano, le esportazioni, specialmente negli Stati Uniti, diminuivano, creando una grande disparità tra produzione e consumo.

La crisi del 1929 rivelò i difetti del modello liberale e presentò la necessità di un intervento attivo da parte dello stato nell'economia. In questo modo, si può dire che lo stato sociale ha acquisito maggiore rilevanza dagli anni '30.

Caratteristiche dello stato sociale

Lo stato sociale non è un modello fisso di governo e pertanto si presenta in una varietà di modi in tutto il mondo. Tuttavia, tra le caratteristiche generali dello stato sociale sono:

Adotta misure di natura socialista : anche nei paesi capitalisti, le misure di welfare dello stato sociale sono di natura socialista, poiché mirano ad una equa ridistribuzione del reddito e pari opportunità per tutti. Tra le principali misure di questo tipo figurano le pensioni, le borse di studio, le assicurazioni e altre forme di assistenza sociale.

Hanno una legislazione protettiva : come modo di proteggere i diritti dei cittadini vulnerabili, lo stato sociale ha leggi per proteggere i loro diritti, come salari minimi, sicurezza e salute sul lavoro, ferie, restrizioni sul lavoro minorile ecc.

Intervento statale nell'economia : per garantire i diritti dei cittadini, lo stato sociale agisce attivamente nell'economia.

Statelessness delle aziende : lo stato sociale tende a nazionalizzare le aziende in settori strategici in modo che il governo disponga degli strumenti necessari per promuovere i servizi pubblici. Tra le aree più mirate ci sono l'alloggio, i servizi igienici di base, i trasporti, il tempo libero, ecc.

Crisi di stato del benessere sociale

Assumendo innumerevoli responsabilità nei confronti dei cittadini, lo stato sociale si trova di fronte a diverse difficoltà e, pertanto, la sua efficacia è messa in discussione in tutto il mondo.

Quando le spese del governo, accumulate per i costi sociali della popolazione, superano le entrate pubbliche, il paese entra in una crisi fiscale. Questo scenario è ciò che viene chiamato la crisi dello stato sociale.

Tra le principali prove della crisi del welfare state ci sono le misure adottate da Margaret Thatcher durante il suo periodo di primo ministro in Gran Bretagna (1979-1990). La Thatcher ha riconosciuto che lo stato non ha più i mezzi finanziari per mantenere le misure di welfare e allo stesso tempo promuovere la crescita economica. Così il governo della regione ha fatto la transizione al neoliberismo.

Welfare State in Brasile

In Brasile, lo stato sociale si manifestò nel governo di Getúlio Vargas negli anni '40 e il periodo fu caratterizzato dall'instaurazione di leggi sul lavoro, in particolare sul salario minimo. Da questo, il paese ha seguito la tradizione della protezione dei diritti sociali, attraverso la legislazione o misure di welfare.

Attualmente, il Brasile ha diverse misure tipiche dello stato sociale, come il congedo di maternità, le quote razziali, l'assicurazione contro la disoccupazione, la sicurezza sociale, ecc.

Messaggi Popolari, 2019

PVC

Categorie Popolari

Top