Raccomandato, 2019

Scelta Del Redattore

Definizione lobotomia

Cos'è la Lobotomia:

La lobotomia o la leucotomia è una tecnica di intervento psicochirurgico nel cervello, che consiste nel prelievo totale o parziale dei lobi cerebrali.

La tecnica della lobotomia fu sviluppata dal neurologo portoghese Dr. Antonio Egas Moniz e dal chirurgo Dr. Almeida Lima nel 1935. All'epoca, la creazione della lobotomia assegnò il premio Nobel per la fisiologia e la medicina (1949) al dott. Egas Moniz.

In passato, la lobotomia veniva eseguita in pazienti con gravi disturbi psichiatrici, come schizofrenia e depressioni profonde.

La lobotomia è stata eseguita con l'ausilio di uno strumento chiamato leucotomo, che si inseriva nei fori precedentemente praticati nel cranio del paziente, aiutando a rompere e rimuovere le fibre nervose del cervello.

La tecnica creata da Egas Moniz era chiamata lobotomia prefrontale . Ma, con l'obiettivo di snellire e snellire la procedura chirurgica, il neurologo americano Dr. Walter Freeman ha sviluppato un altro metodo, noto come lobotomia transorbitale o "lobotomia del cubo di ghiaccio".

Con questo sistema, il Dr. Freeman è stato in grado di eseguire una lobotomia in soli 10 minuti, applicando l' orbitoclast (strumento utilizzato per il transorbitale) appena sopra la cavità oculare del paziente, avendo un accesso molto più facile all'area cerebrale da raggiungere rispetto a metodo prefrontale.

Nel corso del tempo e dei progressi degli studi psichiatrici, il titolo di "cura miracolosa" della lobotomia è stato sostituito dallo status di "mutilazione mentale".

Questa associazione negativa è stata intensificata a causa delle sequele che la lobotomia ha provocato nella maggior parte dei pazienti sottoposti a questa tecnica.

Egas Moniz ha suggerito che la lobotomia dovrebbe essere eseguita solo in casi estremi, quando il paziente ha presentato un comportamento suicidario o molto violento, per esempio.

Ma la tecnica sviluppata dai portoghesi divenne popolare in tutto il mondo in modo irresponsabile, specialmente in Giappone e negli Stati Uniti. In questi paesi, alcuni neurochirurghi hanno usato la lobotomia per mettere a tacere i pazienti psichiatrici che erano considerati un "disturbo sociale" e persino nei bambini classificati come "maleducati".

Con la scoperta dei primi farmaci antipsicotici, la lobotomia iniziò a cadere in disuso. A metà degli anni '50, questa tecnica era vietata nella maggior parte dei paesi del mondo.

Effetti della lobotomia

La lobotomia può causare gravi cambiamenti nella personalità dell'individuo, oltre a danni irreversibili ad alcune funzioni basilari della persona, come la parola e la capacità di esprimere i propri sentimenti, per esempio. Fondamentalmente, la persona sottoposta a lobotomia inizia a vivere in uno stato vegetativo.

In alcuni casi, la lobotomia era usata come metodo per il lavaggio del cervello . Ad esempio, un individuo sano è stato sottoposto a questa tecnica, con lo scopo di "danneggiare" deliberatamente il suo cervello e assicurare un maggiore controllo comportamentale di questa persona.

Tra le altre conseguenze negative causate dalla lobotomia vi sono gli alti rischi di infezione e le emorragie intracraniche, che hanno portato alla morte della maggior parte dei pazienti.

Vedi anche: il significato di Psicologia.

Categorie Popolari

Top