Raccomandato, 2020

Scelta Del Redattore

Definizione estasi

Cos'è l'ecstasy:

L'estasi è lo stato emotivo in cui l'individuo si sente fuori di sé o in trance, caratterizzato dall'estrema intensificazione di sentimenti diversi, come piacere, gioia, paura e così via.

Lo stato di estasi è di solito provocato in reazione a uno stimolo emotivo piuttosto intenso. Il culmine dell'orgasmo è considerato da alcune persone uno stato di estasi.

Alcune dottrine come il buddismo, ad esempio, usano tecniche di meditazione e rilassamento per raggiungere il "nirvana", cioè per trovare una condizione emotiva che suscita la sensazione di grande pace e totale assenza di tristezza o sofferenza.

Scopri di più sul significato del Nirvana.

Etimologicamente, la parola "estasi" deriva dall'etstasi greca, un termine che si riferisce alla sensazione di "prendere qualcuno fuori dalla propria mente", cioè uno stato di trance motivato da un disturbo mentale.

Maledetta estasi

L'ecstasy è il nome popolare di methylenedioxymethamphetamine (MDMA), una sostanza illecita sintetica nota per i suoi effetti euforici, l'agitazione, i sentimenti di benessere e i cambiamenti nella percezione sensoriale degli individui che la consumano.

Altre conseguenze pericolose possono insorgere con l'ingestione di ecstasy come nausea, disidratazione, ipertensione e ipertermia. A seconda della capacità di resistenza del corpo del consumatore, la persona può avere gravi attacchi e persino morire.

Il consumo di ecstasy divenne popolare a partire dagli anni '80, con l'ascesa di moda techno e feste rave, dove il consumo di questo farmaco sotto forma di compresse era comune.

L'ecstasy agisce direttamente sul cervello del consumatore modificando le sostanze responsabili della connessione tra i neurotrasmettitori e le cellule nervose. Gli effetti dell'ecstasy (se consumati in compresse) durano in media 4 ore.

Secondo gli studi condotti in frequenti utilizzatori di ecstasy, l' utente presenta / mostra una serie di disturbi mentali, come: perdita di memoria, difficoltà verbali, allucinazioni, paranoie, attacchi di panico, depressione, difficoltà nel prendere decisioni e morte improvvisa (per collasso cardiovascolare ).

L'ecstasy (MDMA) è stato brevettato nel 1914, in seguito alla richiesta fatta dal chimico che ha sintetizzato la sostanza, Anton Kollisch, nel 1912.

Inizialmente, l'ecstasy è stato sviluppato per aiutare i militari a combattere il sonno e la fame durante le loro missioni.

Negli anni '70, la sostanza MDMA venne utilizzata come medicina per trattare alcune patologie psicologicamente, ma fu proibita quando i medici notarono che l'ecstasy causava lesioni nei neuroni.

Scopri di più sul significato della dipendenza chimica.

Categorie Popolari

Top